domenica 27 dicembre 2015

Recensione:Sogno di una notte di mezzo Inverno di Eli Easton

Il 28 dicembre edito Triskell Rainbow  verrà pubblicato il seguito di Scartando Hank uscito nel 2014, Sogno di una notte di mezzo Inverno due libri che hanno come tema ricorrente il periodo Natalizzio, ed essendo questo il periodo non possiamo farcelo mancare. Il libro regala delle bellissime sensazioni, la scrittrice riesce a far emozionare davvero tanto, adoro la Easton, e non si può non amare questa storia, dove veniamo catapultati nella vita dei protagonisti e, come il Puck della situazione, leggendo, decantiamo la vita è l'amore di questi due ragazzi che sapranno entrare nel cuore..

 

" Prevedo che questa sarà la nottein cui Micah Springfield troverà finalmente l'amore...E la palla magica delle risposte dice... Lo spirito concorda! Evviva!"

 I protagonisti sono Micah e Leo, due ragazzi simili su alcuni fronti ma anche tanto differenti su altri, il bello di questo libro è la spensieratezza che ne caratterizza la storia.
Troviamo Micah presidente della confraternita universitaria, un ragazzo che con la sua persona e i suoi splendidi capelli dread, fa battere più di un cuore sia femminile che maschile e, oltre alla bellezza, ha dalla sua anche la passione per l'ambiente, suo piano di studi. Si reputa uno spirito libero.

 " Oh maledette labbra, create per parlare e per baciare, ma non per fare entrambe le cose allo stesso tempo..."

Leo, invece, è gay dichiarato e amante del teatro, infatti studia recitazione, ed essendo  all'ultimo anno, si ritrova ad essere il regista di una storia teatrale per il voto finale, è anche un grande attivista per la causa LGBTA. Vive la sua vita seguondo delle regole precise, tra cui una fondamentale: mai fraternizzare con gli etero. Micah è off limits per lui, e se questo non bastasse l'oggetto del suo desiderio frequenta un'amica comune, nonché attrice del suo spettacolo, e questo che riporta Leo alla realtà. 

"Il suono acuto del cronometro svanì lentamente, insime alla stanza e a tutto uel che conteneva.. Fatta eccezione per Leo.. La prima volta che bacio sul serio un ragazzo, wow, è fantastico... "
 
Come sappiamo, però, all'amor non si comanda e cupido scocca frecce incurante di tutto il resto, e così, galeotto per entrambi è il gioco della bottiglia, che con un bacio cambia tutto, mescolando le carte in tavola, l'etero non è poi così etero, e il gay vede cosi vacillare i suoi principi.
Tutto diventa ancora più confuso, per quanto Leo cerchi di star lontano da Micah, l'universo complotta per riportarlo da lui.
Lo stesso dicasi per Micah, il pensiero di Leo è fisso, dove prima aveva la facilità di avere quello che voleva adesso gli è negata, ed e cosi che comprende che Leo è ciò che vuole davvero. 
Quando l'attivismo della propaganda a favore dei gay mette a repentaglio il progetto scolastico di Leo, ovvero la rappresentazione di sogno di una notte di mezza estate, versione gay, chi arriva in soccorso? Ma il nostro Micah, che come un cavaliere dalla scintillante armatura propone una nuova location salvando cosi la situazione, e cosi, in un nuovo luogo incantato avviene il miracolo di Natale.

"L'incantesimo che lo spettacolo aveva creato si stava dissolvendo come fiocchi di neve sul vetro di una finestra. Nessuno sembrò prestare molta attenzione....
Bè, era ora, cazzo.
-Oh che sciocchi sono questi mortali..
-Ehi anche noi ci abbiamo messo un pò.. in caso te ne fossi scordato..
-E come potrei?
-Il corso del vero amore non è mai andato troppo liscio.. ma per fortuna tutto è bene quel che finisce bene.
-Non l'hai detto sul serio.
-Perchè no? Meglio un pazzo di spirito, che uno spirito da strapazzo.."
 
Bellissima novella dove ritroviamo Hank e Sloane, e come al solito il nostro Sloane impiccione fa ridere, ma sappiate che Hank e Sloane come fate madrine lasciano un pò a desiderare,  anche se poi  nel loro modo buffo riescono a creare oltre allo scompiglio anche un'occasione, per Micah e Leo.

 " -Tuo fratello mi facendo impazzire..
-Oh, gli passerà.
-Dico sul serio. Sono in pensiero!
-Che noioso che sei, non preoccuparti per Micah se la caverà.
-Ma non sta bene ieri ha rifiutato la colazione e i biscotti di Natale preparati dalla mamma di Mark. Deve aver perso almeno due chili nell'ultima settimana. Se ne va in giro con una faccia di un cane che è stato abbondonato sul ciglio della strada. E la cosa peggiore è che ce l'ha con me! Ergo è tutta colpa mia!
-Che c'entrano le lumache, adesso?
-Ho detto ergo non escargot, cretino, e guarda che parlo sul serio.
-I tuoi non ti avevano fatto una ramanzina a questo proposito? sai, quella sul non assumerti responsabilità che non hai?
-Si ma stavlta è colpa mia!
-Gli passerà
-Oh Hank, Hank, Hanke, sei ingenuo come un bambino.
-Te lo faccio vedere io il bambino!
-Dov'è finito il tuo spirito natalizio? ha bisogno del nostro aiuto!
-Vuoi dire della nostra sgradita interferenza!?
-Esatto! Ha bisogno della nostra sgradita interferenza. E' la stagione giusta!"
Una storia splendida che in questo periodo Natalizzio ci regala la magia, dell'amore.
Ho adorato questa storia così come la prima, non lasciatevela sfuggire.. E buone feste! 

" Se noi ombre vi abbiamo offese,
si rimedia, se pensate
son visioni, dormivate.
Questo fragile e ozioso argomento,
al pari di un sogno incoerente,
Gentili signori, non criticate.
Noi rimedieremo, se perdonate
E, parola di Puck, se per fortuna
scamperemo alla lingua di serpente
ammenda faremo si, di repente.
Puck altrimenti chiamate bugiardo.
Buona notte a tutti quanti. Le mani
muovete, se amici mi siete,
e Robin in cambio ammenda farà."

Alla Prossima
Rita

Posta un commento