mercoledì 11 maggio 2016

Anteprima e Recensione: Il nascondiglio di Amy Lane

IL NASCONDIGLIO 

di AMY LANE

Esce il 17 maggio, per la Dreamspinner Press Italia il nuovo lavoro di Amy Lane



Sinossi
L’infanzia di Terrell Washington è stata una tripla schifezza: non c’è nessun vantaggio a essere nero, gay e povero in America. Terrell si è fatto strada fuori dal ghetto solo per colpire un soffitto di cristallo e trovarsi imprigionato nel ristorante di una popolare catena a fare il barista con una laurea in giornalismo. L’unica nota positiva è Colby Meyers, un suo collega che non ha paure o inibizioni e che non conosce limiti. Terrell e Colby passano l’estate al fiume e le loro pause sul retro del Papiano. Per quanto Terrell sia terrorizzato all’idea di uscire allo scoperto, gli è impossibile stare lontano dal magnetico sorriso di Colby e dalla sua risata contagiosa. Ma Colby ha finito l’università, adesso, e ha grandi progetti per il futuro… progetti che Terrell è certo che lasceranno il suo nero culo secco nella polvere di Sacramento, fino a un momento mozzafiato, rubato nel mezzo del caos del ristorante, che gli dice che potrebbe sbagliarsi. Quando quell’istante viene infranto da un mistero e da un atto di violenza, Terrell e Colby rimangono con due rompicapi da risolvere: chi ha ucciso quel furfante del loro capo e come potranno far confluire le loro vite, il loro nero e il loro bianco, in un unico scintillante futuro?
RECENSIONE
Prendiamo un ragazzo di colore, Terrell, nato nel ghetto di Sacramento che si è laureato in giornalismo con sacrifici e dedizione ma che il suo status di povero ragazzo di colore l’ha costretto a ripiegare come barman per il Papiano – un ristorante di una nota catena americana – e che è stato educato a negare la sua omosessualità perché “la gente non è gay nel mio quartiere”.
Prendiamo poi un ragazzo bianco, Colby, nato in una famiglia di sinistra - che l’ha cresciuto con principi di giustizia, uguaglianza e che ha accettato da subito la sua omosessualità – laureato in sociologia ma che lavora come cameriere al Papiano in attesa di trovare il lavoro giusto.
Aggiungiamo attrazione tra i due protagonisti, desiderio e passione, intrallazzi tra gli altri ragazzi che lavorano al ristorante, un po’ di razzismo e discriminazione, una sorella avvocato che cerca di risolvere tutti i casini e, dulcis in fundo, un bell’omicidio con un alone di mistero… la ricetta per un racconto avvincente è pronta!
Amy Lane non delude nemmeno questa volta, raccontando una storia piena di suspance, emozionante e che fa riflettere su come il divario tra bianchi e neri sia ancora molto profondo in America; ma l’amore, quello con la A maiuscola, può superare anche queste difficoltà e il lieto fine non è così inarrivabile, se si affronta con la persona giusta al proprio fianco. Terrell sarà pronto ad affrontare i propri demoni e ad andare oltre a quello che gli è stato insegnato fin da piccolo?
Sicuramente un libro da non perdere e se ne rimarrete innamorati come è successo a me, non perdetevi nemmeno i suoi precedenti lavori, ne vale la pena sicuramente perché Amy Lane non è mai scontata e riesce sempre a conquistare il cuore dei suoi lettori!

"Bolt - hole" è del 2013, scritto da Amy Lane e pubblicato dalla Dreamspinner Press

Posta un commento