venerdì 4 dicembre 2015

Recensione: Se non fosse per Te di Mary Calmes


Ed eccomi qua a parlarvi dell'ultimo capitolo delle serie "Questione di Tempo"
 (Qui  le altre trame )
 Se non fosse per Te di Mary Calmes, edito Dreamspinner Press Italia, in uscita l'8 dicembre 2015. Direte come l'ultimo ?! ci sarebbe anche il 5 (Parting Shot) che però parla di Aaron e Duncan, amici di Jory e Sam, pertanto, questo è l'ultimo della serie che riguarda i due uomini che negli ultimi due anni  ci hanno saputo farci innamorare. Ebbene sì, il primo uscì nel febbraio 2014..



 Trama
Jory Harcourt sta finalmente vivendo la vita che ha sempre sognato, essere sposato con un vicesceriffo federale lo ha cambiato: ha calmato i tumulti del passato e trasformato Jory da un ragazzo che se la dava a gambe al primo segno di pericolo in un uomo che affronta le situazioni difficili. Lui e Sam hanno due bambini, una casa in periferia e un mitico minivan. I giorni disastrosi sono finiti, la vita domestica è tranquilla e pacifica.
Il che significa che è il momento giusto per un po’ di azione: l’ex fiamma di Sam si rifà inaspettatamente vivo, e un sicario cerca di ucciderli mentre sono a una riunione di famiglia. Forse entrambe le cose sono ricollegabili a un testimone scomparso un anno prima. La sua vita familiare viene scossa, ma Jory non permetterà a nessuno di allontanarlo dai suoi cari. Prima di sapere cosa volesse dire avere una famiglia sua, sarebbe fuggito, ma ora non più. Sa che lui e Sam dovranno risolvere le cose insieme, perché sarà l’unico modo in cui riusciranno a farcela.




Recensione


Sembra ieri che iniziai questa serie, che adesso mi fa così strano dover mettere, per quanto riguarda, la parola fine alla storia di Jory e Sam .
Nel corso dei 4 libri, c'è da dire che i due sono cresciuti, come sono cresciute le paure, ma è anche aumentato l'amore che li ha portati ad un livello tale per cui è sufficiente guardarsi negli occhi per comunicare o per sapere davvero cosa pensa l'altro, o come realmente stia. 
Alla fine del terzo libro "A prova di Proiettile" avevamo letto del percorso che intendevano intraprendere, l'adozione, il voler diventare davvero una famiglia era già così tangibile, da vibrare, in questo ultimo capitolo li ritroviamo, Papà e Pa.


"-Grazie per averci regalato un paio di notti di libertà
-Non c'è di che.
-Lo stesso vale per te e il vicesceriffo
-Nah, possiamo sempre farci una sveltina in macchina..
-Cos'è una sveltina? ..volle sapere Hannah perchè aveva le orecchie bioniche..


Adesso hanno quello che volevano, sono una famiglia, sono diventati i genitori di Kola e Hannah, due bimbi che completano il cerchio del loro amore.
Sarebbe così facile finire qua questo libro, se non fosse per la calamita attira guai che il nostro Jory porta all'interno del suo dna, cosi un incidente non causato da lui, lo porta diritto in ospedale, e li fa la conoscenza di un uomo che si scopre poi essere un ex del suo Sam.
Come se questo non bastasse, nella sua vita si affacciano altri guai, stare con Jory non annoia mai, leggere quello che gli capita è un continuo colpo di scena.
Come tutti sanno, io adoro la Calmes, e in questo libro, in alcuni punti, mi sono messa quasi a piangere, mi domandavo il motivo, perché una delle mie scrittrici preferite volesse farmi soffrire così!? Eh sì, in alcuni capitoli volevopicchiare con la testa contro il muro, dicevo noooo, anche nell'ultimo libro su di loro, mette ste pulci nelle orecchie di Jory?
Vabbè, passiamo oltre....
Cosa dire di più senza rovinarvi questo ultimo libro, beh, non molto, perché deve essere gustato ed apprezzato quando lo si legge, è l'ultimo libro sui nostri Jory e Sam, ma posso dirvi questo..
Ho adorato il rapporto che Jory instaura con i figli, il suo modo di vedere e far vedere a loro il mondo, il modo di come sia Jory che Sam riempiono le lacune l'uno dell'altro per i loro figli.
Mi è piaciuto molto che Jory, anche a 35 anni, continui ad essere di una ingenuità spiazzante, che lo fa sembrare debole mentre, invece, ha una forza incredibile, e la mette in atto, come sempre, per amore, perché questo è ciò che è, colui che c'è sempre anche se significa mettere a repentaglio la propria vita.


"-Ma se a loro non piaccio nemmeno! era indignato.
-Ti adorano, tutti ti adorano.
-Da quando?
-Da quando ti hanno visto occuparti di me, dei nostri figli, e amarci tutti con il tuo gran cuore, è difficile non adorare un uomo che è tutto tuoni e fulmini fuori e poi caldo e sdolcinato dentro..
gli ci volle un secondo per elaborare quello che avevo detto -Non penso che fosse veramente un complimento.
iniziai a ridere.."


Ho adorato tante cose di questo libro: i rapporti tra loro e gli amici, quelli veri, la famiglia, la crescita dei personaggi, la loro possessività, la loro forza e anche la loro debolezza, ho apprezzato Sam, che nonostante abbia combinato un macello anni prima, tenta poi di rimediare e dice la verità al suo Jory, quando poi Jory vede delle foto, non può che constatare che quello che gli era stato detto da Sam era la verità, perché il suo Sam non mente, su chi abbia mai amato.
Non riesco a dirvi come sia difficile per me, concludere questa recensione, non voglio, perché finendo di scrivere dovrò mettere la parola fine a questa serie, dire addio a Jory e Sam, e sembrerà da pazzi, ma io adoro i libri, mi ci immedesimo, e i personaggi diventano amici, e adesso mi fa male dire addio a due amici dopo due anni.. Ma so che devo, come so, che quando sentirò la loro mancanza mi basterà aprire il Kindle e farli così ritornare nella mia vita. 
Per questo non dirò addio a Jory e Sam ma solo arrivederci, alla prossima lettura.
Come avete potuto capire ho adorato questo capitolo finale, che consiglio caldamente di leggere, perché c'è da ridere e per chi come me e sentimentale anche da piangere, e per chi non ha mai letto questa serie dico solo una cosa, COSA ASPETTATE AD ACQUISTARLA? Non ve ne pentirete.. Sono certa che Jory e Sam sapranno conquistarvi, come è successo a me! 

"ridacchiò mentre si abbassava a baciarmi..
-Ve lo abbiamo già detto. ci disse Kola
-A me piace, ridacchiò Hannah. -Si amano.
-Già ma zia Dyl e lo zio Chris non passano tutto il tempo a baciarsi.
-Ma zio Dane e zia Aja si.
-Forse perchè zio Dane e il fratello di Pa.
-Perchè sono fratelli e quindi sono uguali.
-Come noi due
-Non siamo fratelli, noi.
-Si, ma siamo una famiglia.
-Già, Siamo una Famiglia!"




Alla Prossima
Rita























Posta un commento