martedì 3 novembre 2015

Recensione Bob il distruttore di Guinzagli di Sue Brown

Recensione: B0B il Distruttore di Guinzagli 
di Sue Brown



 Recensione


Bob il distruttore di guinzagli di Sue Brown ed edito dalla Triskell Edizioni e in uscita il 6 Novembre, è una ventata di sentimenti, in poco meno di 130 pagine, l'autrice racchiude un mix di sentimenti forti, risate e una gran voglia di ricominciare a vivere.
In questo libro si piange, si ride e si fa il tifo per questo protagonista dal doloroso passato.
Will è un ragazzo di 22 anni unico superstite della sua famiglia, rimasta uccisa in un incidente stradale quando lui aveva 17 anni.
Questo dolore lo ha segnato profondamente, portandolo a richiudersi in se stesso e a pensare addirittura al suicidio, solo grazie all'insistenza della sua terapeuta nel fargli prendere un animale, riesce ad uscire dalla crisi esistenziale e a cambiare la propria vita; andare in un canile lo porta a riaprire il suo cuore, da tempo richiuse dal dolore e gli fa conoscere  un cucciolo speciale, il birbante Bobster.
Da quel momento la vita di Will cambia, il dolore inizia ad essere mitigato dalla presenza di Bob, e grazie a lui ricomincia ad uscire di nuovo di casa. Quello che doveva essere un cucciolo tranquillo si rivela, però, un piccolo diavoletto. Infatti il piccolo Bob ha dalla sua una caparbietà incredibile in cui io, personalmente, ho rivisto il mio cane: chi non ha avuto o non ha un cane a cui dici una cosa e lui fa tutt'altro?
E' la situazione che si trova ad affrontare il nostro Will, innamoratosi di un cucciolo al canile mai avrebbe immaginato di prendersi invece il piccolo figlio di Attila, eh si, il nostro Bob è paragonabile al discendente del sovrano degli Unni, dove c'è lui, un guinzaglio non rimane integro, nemmeno per una settimana, proprio per la sua passione nel distruggerli lo fa finire dritto dritto sotto la macchina di Lawrence.
Per Will è uno shock, vedere il suo cane finire sotto un auto.  Non riesce a superare lo shock e Lawrence, vedendolo in difficoltà, prende in mano la situazione, li carica in auto e porta Bob dal veterinario.
"-Allora come mai alla fine hai preso Bob'
-Non lo so. Volevo solo dare un'occhiata a battersela, credo, e mi sono ritrovato a guardare quel cosino pieno d'energia che giocava con la palla. Aveva 4 mesi e non la finiva più. Immagino che adesso dovrà andarci piano.
-Solo se vale meno di quello che dici. Dubito che un'ingessatura lo rallenterà.
-Allora come sei finito a fare l'addestratore di cani?
-Ho sempre avuto cani, da tutta la vita. Mi sembrava naturale. Non sono bravo a lavorare per gli altri. Non mi piace prendere ordini.
-Però ti piace impartirli.
-Si proprio cosi, ti senti meglio adesso?
-Non cìè bisogno di fare tanto lo spavaldo.
-Bravo, Will, Bravo.."      
Qui iniziano per Will una serie di incontri/scontri con Lawrence, causati non solo dalla preoccupazione della salute di Bob, ma anche per quello che inizia a provare per quell'uomo che piano si sta insinuando nella sua vita.
Quando scopre che Lawrence è un addestratore cinofilo, per reazione prova una sorta di antipatia immediata, Lawrence, poi, in maniera sarcastica gli fa capire che lui saprebbe come far rigare dritto il piccolo e furbo Bob, Will però non ci sta, il suo Bobster ha cambiato troppi addestratori, tutti si sono arresi, per lui Lawrence non sarà che l'ennesimo, ma più l'interesse tra i due cresce e più Will va nel panico, la paura di avere una persona che possa dipendere da lui lo fa tremare, e cosi, cerca di allontanare dalla sua vita Lawrence ma con scarsi risultati.
Lawrence non si lascia scoraggiare, sa che Will non lo chiamerebbe e decide di farsi avanti anche grazie all'aiuto di due suoi amici, Evan il veterinario di Bob e Peter suo capo al lavoro,( Li ricordate? Sono i protagonisti del primo libro) che cercano in tutti i modi di dare una mano, anche se a volte esagerando un po'..
"-La mia vita era più facile prima che Bob venisse investito..Mi dite tutti quello che devo fare, sono stanco di farmi dare ordini.
 -Potresti dirci di farci gli affari nostri.
-Si, e mi ascoltereste? come oggi a pranzo?
-Bè.....
-Voi tre siete piombati nella mia vita senza ascoltare una parola di quello che dicevo."
Le paure di Will continuano ad emergere, il passato lo perseguita, ma questa volta ha dalla sua la voglia di volercela fare, lo deve al suo cucciolo e agli amici che gli hanno riempito la vita, grazie a loro il nostro Will ricomincia a vivere. 
Un libro che in poche pagine raggruppa tante emozioni, non ci sono solo risate ma anche sentimenti forti che danno molti spunti di riflessione per noi lettori.
Un libro che regala amore in molte forme, dove la forza di un amico a 4 zampe ti fa uscire dal guscio, dove capisci che devi continuare a vivere,  non lo devi solo a te stesso, ma anche a chi ti vuole bene. Consiglio questa serie, perché e di una dolcezza incredibile.. Sue Brawn ha la maestria di riuscire a catturarti anche con poche pagine..esattamente quello che fa.
"Bobster, che diavolo sto facendo? Lui mi piace davvero e sono stanco di avere paura.. Ti piace Lawrance? E' in piedi dietro di me,vero? 
-Almeno adesso lo ammetti.
-Il mio cane si è affezionato a te.
-Il tuo cane ha buonsenso.
-Nonostante sia statu tu a investirlo.
-Non mi permetterai mai di dimenticarmene, vero'
-Mai, te lo rinfaccerò per il resto della nostra vita.
-Cosi sembra che tu abbia progetti a lungo termine...
-E' un problema?
-Non è un prblema.. .... Prima devo addestrare il tuo cane..
-Non ce la farai mai..... 
Bob abbaiò, d'accordo con lui..."       




***
Il Posto di Harry Quattrozampe

Trama:

Peter Mitchell si è lasciato il matrimonio alle spalle e se n’è andato con due cose soltanto: una valigia e Harry, il suo compagno canino.
Quando Harry si ammala, Peter si trova ad affrontare una delle decisioni più difficili della sua vita: dire addio al suo migliore amico.

Evan Wells è il veterinario che si occupa di Harry e Peter resta sorpreso di quanto velocemente lui e il medico stiano diventando amici. Si ritrova ad aspettare con ansia le sue telefonate, così come di poter passare del tempo con lui. Peter sa che Evan è gay, ma la cosa non lo preoccupa. Non fino a quando Evan confessa di provare attrazione per lui.

Peter si ritrova ad ammettere a se stesso di non essere così avverso a quell’idea come pensava, e la cosa lo mette in difficoltà.

La serie Lyon Road Vets è composta:
-Il posto di Harry Quattrozampe
-Bob il distruttore di Guinzagli
-Hazel Takes Over
(inedito)
-Stormin' Norman
(inedito)




Alla Prossima
Rita
 

Posta un commento