sabato 7 ottobre 2017

Recensione: Aspettavo solo te di Jessica Clare







Marjorie Ivarsson è l'immagine dell'ingenuità. È una cameriera che lavora sodo ed è stata cresciuta da sua nonna. Una serata al bingo è la sua idea di socializzazione. Ma quando viene invitata come damigella al matrimonio della sua amica Bronte, entra in un mondo tutto nuovo. Trascinata sull'isola privata dello sposo miliardario, Marjorie è accecata dal lusso e dal glamour. Ma quello che la sconvolge di più è Robert Cannon, famigerato playboy e pezzo grosso del piccolo schermo. Quando Marjorie lo salva dall'annegamento nella laguna turchese dell'isola, non può fare a meno di essere attratta da lui. Ma non è l'unica vittima del suo fascino, e con i modi da donnaiolo impenitente di Robert, non potrebbero essere peggio assortiti. Ma la loro attrazione infuocata comincia a essere difficile da ignorare. Su un'isola così idilliaca, romantica e irresistibile, gli opposti finiranno per attrarsi?










Buon pomeriggio a voi lettori e lettici del blog! Il libro che voglio recensire questo pomeriggio   è “Aspettavo solo te” di Jessica Clare.
Adoro questi libri della #newton anche se questa storia non mi ha fatto impazzire.
Si tratta del primo volume della serie “ Billionaires and  Bridesmaids, serie spin off  di “Billionaire Boys Club”.
È la storia di Marj e Rob, narrata in un duplice punto di vista, in terza persona.
Marj è una ragazza fuori dagli schemi: si veste come una nonna, fa giochi assieme agli anziani, è altissima ed è ancora vergine a 24 anni, ma conosce “molto” bene il suo corpo.
Rob invece è un milionario che possiede un particolare canale tv nel quale le donne vengono trattate alla stregua di bambole senza cervello.
Diciamo che è subito palese che la scrittrice abbia voluto mettere in evidenza i due opposti dei protagonisti, e ha spiegato bene le dinamiche che poi porteranno a un “finale alternativo” (la vostra Judy non vuole fare ulteriori spoiler per chi vorrà leggere il libro!).
Devo dire che il modo di essere di Rob, così sborone e sboccato (vi avviso a ogni parola c’è una parolaccia!) può essere in taluni punti così irritante ma non arriva mai al livello di Marj.
Nonostante io non avessi letto la serie da cui viene tratta sto libro, non ho avuto molti problemi nella lettura, anche se alcune dinamiche (come il carattere della sposa Bronte, nonché amica di di Marj) mi sono sembrate poco chiare.
La storia è molto originale per alcune vicende (vi farà una tenerezza immensa la paura dell’acqua di Rob o quello che farà nell’ultimo capitolo) ed è scritta in maniera molto scorrevole.
Mi sono piaciute le citazioni date da Bronte che servono a dare ancora più carattere a una storia che va da sé.
Molto originale il finale e sono sicura che alle ragazze farà battere il cuoricino per la tenerezza e il romanticismo.

Da leggere sicuramente, ve lo consiglio!!!

Vi lascio con uno dei tanti aforismi che mi ha colpito di più e alla prossima!



 






La Vostra




Posta un commento