lunedì 14 marzo 2016

Anteprima Recensione: Sussurri Sull' Acqua di Lou Watton

Quando si iniziano a leggere queste piccole novelle 
di Lou Wotton si viene risucchiati dalla maestria di questa scrittrice che in poche pagine riesce a racchiudere un mondo.
In questa serie dal titolo Brad in Vacanza riesce a ricreare delle vere emozioni che vengono stillate come piccole gocce e noi non possiamo far altro che assaporarle lentamente.





Nella prima novella UN COCKTAIL PER DUE troviamo Brad, visto dagli occhi di Jason.
Jason ha addosso una stanchezza che non riesce a smaltire neanche in vacanza; in una sera tranquilla in un bar dove vuole  bere solo un drink, viene avvicinato da un uomo che lo colpisce immediatamente, gli occhi di Brad catturano Jason, spingendolo a desiderarlo.
Quando la sua fantasia diventa realtà, si trova a vivere il suo sogno, concretizzato nelle mani di Brad che percorrono il suo corpo.
"Le mie labbra si avventarono sul suo fianco. Il mio respiro era ormai fuori controllo, e quando risalii con la bocca verso il suo stomaco, la scia di peli solleticò le mie labbra. L'effetto fu così sconvolgente che emisi il mio primo vero gemito ad alta voce...."
 
Ancora una volta la sicurezza di Brad tocca la vita di un'altro uomo che, grazie a lui, vive emozioni mai provate, quello che si prova guardando gli occhi di Brad calamita ogni pensiero di Jason.
La notte regala sogni e misteri, Brad regala,  momenti infuocati lasciando poi nel cuore e nella mente di chi lo conosce pensieri fugaci di attimi vissuti cosi pienamente da lasciare sopraffatti..

***


In QUEL CHE RESTA DELLA NOTTE, conosciamo Brad, per merito di Matt che ci trascina dal Canada all'Italia, più precisamente a Capri, in una girandola di sensazioni, luoghi e profumi.
Il viaggio che compie Matt, con alcuni uomini è un viaggio iniziato in seguito ad una situazione di forte impatto emozionale, un dolore che lo porta  ad avere una crisi di panico nel momento clou di un'amplesso, ed è allora che fa la conoscenza di Brad, la persona che in quel caos rappresenta una boccata di ossigeno, una sorgente di acqua chiara che gli da refrigerio dalla confusione dei suoi pensieri.

"L'intera esperienza non apparteneva a questo mondo, era una festa dei sensi, molti dei quali nemmeno sapevo esistessero..."
 
La sicurezza di Brad porta Matt ad affidarsi a lui, e nel contempo lo aiuta a crearsi una corazza ed a rafforzare il legame tra i due.
Brad riesce a far provare, dopo tanto tempo di apatia, di nuovo dei sentimenti, riportando alla vita Matt con le sue carezze.
Ma tutto ciò che si credeva un punto di arrivo diventa, dopo poco, un punto di non ritorno, il dolce Brad, porta dentro di se solo attimi.
Attimi che hanno una fine..

***


SUSSURRI SULL'ACQUA è la storia di Jeremy e di come conosce Brad.
Jeremy ci porta da Cambridge a Cannes, in una girandola di fugaci incontri, infatti i due si erano già visti di sfuggita a Cambridge, per poi ritrovarsi a Cannes, dove ritroviamo un Brad quasi insicuro, più partecipe, la sua voglia di esplorare lo porta a vivere molteplici sensazioni e altri piccoli dettagli che continuano in una altalena di emozioni a farcelo amare ed odiare.

"-Oggi sarai la mia morte- mormorai
-No- sorrise -ti infonderò nuova vita..."



Il viaggio che intraprendono Jeremy e Brad, a tratti fa sorridere, la loro forza si mescola permettendoci di vivere le emozioni di Jeremy, ma anche quelle di Brad che in questo terzo libro riesce ancora una volta a calamitare la mia attenzione. Questi piccoli scorci di vita, carichi di attrazione riescono a farmi battere forte il cuore, le scene di sesso sono pura estasi.
La scrittrice ci regala ancora una volta un libro eccezionale, poche pagine ma che riescono a far riflettere su come, a volte, le sensazioni più belle sono quelle vissute appieno, senza limitarsi mai.

"Diventò tutto stranamente sereno. Fu in quel silenzio che le mie labbra sussurrarono...Trovami..."

Adoro leggere di chi vive fino in fondo, è vero c'è chi soffre perché vorrebbe di più, ma un'emozione incredibile data dalla pura passione a volte la si vive una sola volta, il voler creare artificio intorno fa scomparire tutto il bello che nasce dalla spontaneità..


Per la terza volta sono felice di poter ammettere che queste novelle di Lou Watton riescono a farmi restare incollata alle pagine, consiglio questa serie a chi ama la spontaneità senza artifici, ricordate, le emozioni più belle si vivono al momento senza mai cercare di volerle poi ricreare..


Alla Prossima
Rita




Posta un commento