lunedì 15 febbraio 2016

Anteprima Recensione: La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure

In arrivo il 16 Febbraio edito per la casa editrice DeA, un bellissimo libro di Estelle Laure
La notte che ho dipinto il cielo, di cui ho avuto il piacere di leggere in anteprima..

Il Mio Pensiero...
"La notte che ho dipinto il cielo" mai titolo fu più azzeccato, un libro che ti fa restare senza fiato per le emozioni che riesce a darti, una storia di lotta e di forza: la storia di una ragazza che perde tutto, che nella sofferenza riesce a trovare la forza di vivere davvero e non semplicemente di sopravvivere.
Quando ho iniziato questo libro non sapevo cosa aspettarmi, più andavo avanti e più restavo incollata alle pagine, un libro che riesce a catturare il cuore di chi legge, non si può far a meno di fare il tifo per Lucille, una giovane ragazza di 17 anni che si ritrova suo malgrado a doversi occupare della sorellina di quasi 10 anni, perché la madre un giorno si alza e va via, senza dire il dove o il perché. 
Pagina dopo pagina resti incollata alle pagine di questo libro: questa ragazza, che dovrebbe vivere l'adolescenza, si ritrova invece a dover essere all'improvviso "mamma e signora della casa". I giorni dalla partenza della madre iniziano a scandire i giorni di Lucille e Wrenny, l'unica nota dolce nell'esistenza di queste due ragazze sono Eden e Digby due fratelli gemelli che riescono con forza e coraggio ad essere di fianco a queste due ragazze.
La vita di Lucille si snoda tra il trovare cibo pur di far mangiare la sorella e il pagare le bollette, non ha più sogni, si sono tutti infranti man mano che la sua famiglia di disintegrava, ma uno spiraglio di luce è dato dall'amore che inizia a provare per Digby, la sua voce con lui nei paraggi va a farsi benedire e lei che non dovrebbe pensare a niente che non sia la sorella, si ritrova ad anelare la visita o il tocco di Digby; quando si baciano per la prima volta in lei qualcosa si rompe, lei che credeva di non avere più sogni inizia a sognare ancora, sogna un ragazzo che non può avere, sogna di poter vivere la sua vita con lui, sogna, ma il sogno è accompagnato dalle ombre della paura, la madre continua a non tornare e lei non riesce più a vivere, la sorella, anche lei ha sempre più paura e questo la porta ad isolarsi. Lucille che credeva di non avere forze, che credeva solo di sopravvivere, scopre dentro di lei una forza incredibile, una forza che inizia a farla lottare; potrà non avere un adolescenza normale ma ha una vita che, per quanto sia dura, è fatta di amore e di forza, lei che non ha mai avuto un drago che potesse proteggerla dalle difficoltà, dal dolore e dalla cattiveria, scopre di poter essere lei stessa il drago, sarà il drago che proteggerà la persona che ama più di tutto e tutti, la sua sorellina. 
Un drago che per amore dipinge un cielo, un drago che lotta contro una famiglia che non c'è, un drago che per amore sfida l'amicizia e fa comprendere come si possano avere tutte le difficoltà del mondo ma l'amore, quello più puro, riesce a far superare tutto. 
Leggere questo libro ti fa apprezzare la vita, ti fa riflettere sul come la famiglia non è solo chi ha il tuo stesso sangue, la famiglia è formata da coloro che ti restano accanto nei momenti brutti e nei momenti belli, sostenendoti. 
Tutto il libro gira intorno alla famiglia, alla vita e all'amore, leggerlo fa aprire il cuore alla speranza, quella più pura, una speranza che ti cattura come un cielo pieno di stelle.

Alla Prossima
Rita
Posta un commento