sabato 21 marzo 2015

Recensione: Il primo bacio a Parigi di Stephanie Perkins

Il primo bacio a Parigi 

di 

Stephanie Perkins



TRAMA
 Anna è pronta a passare un ultimo anno di liceo indimenticabile insieme alla sua migliore amica e a un ragazzo che sta per diventare il suo ragazzo. Ma il padre ha deciso di regalarle un’esperienza altrettanto indimenticabile: un anno in una scuola internazionale a Parigi! Peccato che Anna non riesca a prenderla con altrettanto entusiasmo: non sa una parola di francese, si sente l’ultima arrivata e non riconosce neanche il cibo che trova a mensa. Per fortuna nei corridoi si scontra con quanto di più interessante la città possa offrirle: Étienne St. Clair. Occhi splendidi, capelli perfetti, un’innata gentilezza e un’irresistibile ironia: St. Clair ha proprio tutto… anche una fidanzata, purtroppo! Per quanto Anna cerchi di non infilarsi in una situazione complicata, Parigi non è proprio la città adatta per resistere a una cotta colossale… Un romanzo divertente, romantico, che scintilla di tutte le luci della Ville Lumière e di un amore inaspettato.
 

RECENSIONE
Devo dire che trovo spesso piacevole passare da tanti romanzi "impegnativi", adult ed erotici a quelli freschi New adult. Come un tuffo negli anni passati a districarsi tra le prime cotte, l'addio all'adolescenza, il modo in cui si inizia a vedere il mondo per davvero lontano dalla protezione delle favole.
Una lettura davvero piacevole ed innegabilmente intrinseca di emozioni da rincorrere, le difficoltà che si affrontano in una città sconosciuta tra persone non si conoscono e da cui qualche volta bisogna difendersi.Una storia che scorre leggiadra e ci guida nelle bellezze di Parigi attraverso gli occhi di chi scopre per la prima via questa città. Una ragazza che pian piano, non senza sbagliare, comincia a crescere e concepire le difficoltà che si incontrano nella vita, nei piccoli gesti che si diffondono ogni giorno senza che nemmeno c'è ne rendiamo conto. Gli amori, le amicizie, i tradimenti, le parole che feriscono fanno di una giornata, una settimana un luogo da cui scappare anche quando abbiamo qualcuno fermo ad attenderci e pretendere le mani in nostro aiuto. Una storia d'amicizia e d'amore che tenta di ergersi sulla cima di Notre Dame
e sorvolare su quelle paure che ci spingono a tenerci stretti ai muri ed allontanarci dalle persone che abbiamo vicini e ricominciare dai più piccoli desideri con i piedi ben piantiti al point zéro.

 
L'AUTRICE
 Nata in South Carolina e cresciuta in Arizona, ho frequentato l'università di San Francisco e Atlanta, ed ora vive in montagna ad Asheville, North Carolina.
Il suo migliore amico è il marito Jarrod. La loro casa è ha quasi un centinaio d'anni ed ogni stanza è dipinta di un colore diverso dell'arcobaleno. Ha un gatto di nome Mr. Tumnus.
Ha sempre lavorato con i libri, prima come libraia, poi come bibliotecaria ed ora come romanziera. Nei giorni feriali, mi troverete alla mia scrivania, scrivendocon tazze di caffè e tè. Durante il fine settimana, latroverete al cinema, in attesa che gli attori si bacino. Crede che tutti i romanzi e film dovrebbero avere più baci.


Posta un commento