mercoledì 16 luglio 2014

Recensione: Lithium di Marika Cavaletto e Chiara Bianca D'Oria


 Lithium 
di 
Marika Cavaletto 
Chiara Bianca D'Oria





TRAMA

"Il Destino regola inevitabilmente le nostre vite, intrecciandole, sovrapponendole e poi strappandole senza pietà. Questa è la storia di Mya e Chrissie, due ragazze che lasciano l'Italia per studiare all'estero, due ragazze che scappano da un passato impossibile da dimenticare. Fuggono, si nascondono, ma il Destino le travolge ancora, rinchiudendole in una realtà da incubo, una realtà dove i mostri sono reali e non solo ricordi insistenti. Un Dark Fantasy che lega le vite di diverse persone alla ricerca della loro strada, in un mondo irreale, governato da un'entità incurante. Perché il Destino ci ama e ci odia con la stessa intensità, ma a noi, povere pedine del suo folle piano, l'odio sembra prevalere."

RECENSIONE

Esordio di due autrici che si lanciano nel mondo del paranormal lasciandoci avvolgere da una nuova avventura.

Una storia che potrebbe cadere nel banale, data la trama, ma che invece queste ragazze hanno trasformato in qualcosa di originale.
L'inizio del libro risulta strascicato e pesate, un'introduzione troppo lunga che ci porta dal 1300 al presente, passando dal un mondo antico intriso di vampiri e licantropi a quello dei moderni cacciatori lasciando un po perplessi.
Assente la differenza di stile tra un epoca e l'altra che avrebbe reso il racconto più lineare e realistico.

Nuove idee, nuove radici quelle che ci presentano il tanto decantato odio tra vampiri e licantropi. Nulla è lasciato al caso e ci permette di addentrarci in questo mondo creato per ammaliarci. 
Ottime descrizione introspettive e descrittive del luogo che regalano una visuale oscura e vivida.

I personaggi sono creati in modo completo permettendo al lettore, non solo di conoscere le creature che le due protagoniste si trovano dinanzi, ma mediante flashback ci presentano un quadro della loro vita grazie alla quale siamo in grado di penetrare nel loro animo più profondo.

Il tocco più originale che non passa di certo inosservato è proprio ciò che da nome alla storia Lithium, il litio costituisce il materiale principale di cui sono fatti gli amuleto dei cacciatori. 
 Il ciodolo reagisce alla presenza dei vampiri e dei licantropi illuminandosi di due diversi colori per ogni creatura, un oggetto che nella tradizione PARANORMAL non era mai apparsa e di certo non è semplice riuscire ad integrare, in questo modo, un elemento così particolare in una lunghissima storia ormai già consolidata.  

Le autrici non hanno avuto fretta nel narrarci la storia che si annida nelle loro menti ma anzi ci permettono di assaporare ogni istante, ogni personaggio e luogo. Credo che questa sia una scelta non solo coraggiosa ma anche vincente poiché regala ai lettori una visuale amplia e totale senza alcuna fretta di finire un capitolo o tutto il libro raccontando il troppo.


Due stili in grado di amalgamarsi nonostante le accentuazioni muovano in modo diverso le due protagoniste e le loro rispettive relazioni ma nell'insieme una sfida abbastanza riuscita.
Un esordio che passa l'esame delle lettrici ma che va perfezionato nello stile grammaticale per divenire qualcosa in più di un libro carino. 

Una lettura piacevole ed intrigante, spesso troppo ripetitiva e sempliciotta in alcune espressioni ma che comunque riesce a catturare l'attenzione di chi si immerge nella lettura.





Le Autrici
 
Chiara Bianca D'Oria, nata il 07 dicembre del 1991 a Cento (FE), e
Marika Cavaletto, nata il 07 giugno del 1991 a Bentivoglio (BO). Chiara e Marika si conoscono alle scuole elementari e da allora hanno frequentato, un po' per scelta e un po' per destino, le stesse scuole (medie e liceo linguistico) fino al giorno d'oggi: entrambe laureande in Lingue e Culture per l'Editoria a Verona. Vivono entrambe a Crevalcore in provincia di Bologna. Cresciute con l'amore per la lettura e per i viaggi, hanno passato un anno di studio a Edimburgo e diversi mesi in Germania. La loro solida amicizia si salda ulteriormente quando in terza superiore decidono di iniziare a scrivere un libro a quattro mani. La scrittura, passione di Chiara sin dalle elementari, è una nuova esperienza per Marika, la quale si lancia volentieri nella nuova sfida. Dovuta a continui cambiamenti e a periodi in cui scrivere non era la priorità, la scrittura del romanzo si protrae per sei anni, finché a luglio del 2013, le due autrici non lo terminano e decidono di pubblicarlo online come e-book, su una piattaforma self-publishing.

Posta un commento