giovedì 14 marzo 2013

Anteprima: Tutti i doni del buio di Erika Corvo

Buona sera a tutti ,stasera vi voglio parlare di tre libri stupendi che hanno catturato molto la mia attenzione  . Vi parlo dei tre capolavori di Erika Corvo !!!


Tutti i doni del buio
di
Erika Corvo



Dettagli del libro

Titolo: Tutti i doni del buio
Autore: Erika Corvo
Editore: Booksprint
Data di Pubblicazione:  Febbraio 2013
ISBN: 
9788867428021
Pagine: 248
Formato: brossura
Prezzo: 15,50 

Libro: E’ il secondo racconto della serie Post-atomica che ha avuto inizio con “Blado 457 Oltre la Barriera del Tempo”. Si racconta di un ipotetico futuro, in cui la Terra è stata sconvolta da un conflitto atomico. La razza umana è stata decimata e si sono create razze mutanti semiumane, ognuna con caratteristiche differenti. In questo romanzo i protagonisti semiumani sono gli Shakars, i Signori del Buio: spaventose creature carnivore, feroci e crudeli, che popolano boschi e foreste, contendendo il territorio agli umani.
Ma siamo sicuri che la razza più feroce non sia ancora quella umana, costantemente avida di profitto ad ogni costo, ipocrita e xenofoba?
Lascio la risposta ai lettori.




L'AUTORE:

Erika Corvo è un “Fai da Te” umano. Tutto quello che sa fare, l’ha imparato da sola. E' nata a Milano nel 1958. Aveva 17 anni quando ha inciso un LP con la Baby Records, dopo aver vinto un concorso per voci nuove tra più di duemila partecipanti, nella sezione cantautori. Ha iniziato a scrivere per dimenticare i mille problemi del vivere quotidiano e ho creato innumerevoli mondi di fantascienza e fantasy. Erika corvo ha numerosi hobby: Medicina, psicologia, storia, erboristeria, lingue straniere. ma si occupa anche di: costruire mobili, eseguire piccoli lavori ristrutturazione,  prepara medicinali a base di erbe, e mentre fa tutto questo scrive romanzi.



""Se fossi una pianta sarei un'erica; se fossi un animale sarei un corvo. Entrambi hanno una caratteristica fondamentale: sopravvivono e prosperano là dove tutti gli altri muoiono di stenti. Ho iniziato leggendo i libri di mio padre perché non avevo nient'altro da fare; quando ero piccola, quasi non c'era neanche la tv, e i miei non mi permettevano di uscire di casa. Ancor prima di andare alle elementari leggevo Salgari, Kipling, e gli Urania. Magari non capivo tutto, ma sono cresciuta con quelli. La fantascienza è stata il mio primo amore.  Il mio unico modo di conoscere il mondo. Poi c'erano Pirandello, Tomasi Di Lampedusa, Victor Hugo, Trilussa... Finiti i libri, leggevo anche i foglietti illustrativi dei medicinali e gli ingredienti del Cioccorì. In due lingue, perché in italiano era troppo facile, e alla fine era sempre quello. Mi sono sposata incinta per andarmene di casa, e soldi per comprare libri da leggere non ce n'erano; dovevo pensare alla casa e al bimbo appena nato. Troppo povera per qualsiasi cosa. Così, i libri, ho iniziato a scrivermeli da sola. Dal 1995 scrivo sul serio. Attualmente ho nove racconti completi e altri tre in mente, pronti per essere scritti. Ho 53 anni e sono nata a Milano. Purtroppo a nessuno dei miei due figli è mai piaciuto leggere.""


Posta un commento