domenica 10 febbraio 2013

Recensione: Le brave ragazze non lo fanno di Victoria Dahl




Trama:


Le brave ragazze sanno come comportarsi. Non fanno certe cose. Ma c'è sempre una prima volta… Tessa Donovan assomiglia più alla ragazza della porta accanto che a una tenace donna d'affari o a una spietata rubacuori. Ma chi vuole avvicinarsi a lei deve fare i conti con i suoi fratelli; infatti non appena si accorgono che la loro “sorellina” risveglia l'attenzione di qualche uomo iniziano a diventare sospettosi e ad alzare il muro intorno. Dovere di ogni bravo fratello è difendere l'onore della sorella!                                                                                                                                         Così quando Luke Asher, attraente detective dalla fama non troppo buona conosce la dolce Tessa, per i fratelli Donavan scatta l'allarme. Luke però non è come crede la gente… lo giura lui, ne è sicura Tessa, devono esserne convinti anche i fratelli Donovan. E allora l'amore trionferà.
Recensione:
Le brave ragazze non lo fanno…. Ma forse qualche volta dovrebbero ed è proprio questo che Tessa si concede con l’uomo che più la spiazza , che le permette di essere se stessa e non vergognarsene e soprattutto riesce a ritagliarsi il suo angolo privato dove niente e nessuno dei problemi che assillano la sua vita può entrare. Le brave ragazze tendono a comportarsi fin troppo bene ma arriva un momento nella vita, con l’uomo giusto in cui finalmente ci si può concedere una tregua da quella vita che si sente in dovere di perseguire senza lamentarsi. Le brave ragazze non mentono convinte di proteggere le persone che amano, per poi ritrovarsi tra le macerie dei propri errori ma infondo non siamo sempre delle Brave Ragazze.
Una ragazza orfana cresciuta tra due fratelli maggiori, dal carattere dolce e solare tenta da sempre di non deludere i fratelli e soprattutto di non permettere a screzi e liti di rovinare il rapporto che unisce la famiglia. Quando si imbatte in Luke però qualcosa cambia, la sua parte femminile comincia a giocare come non ha mai fatto con nessun altro e si immerge in un rapporto in cui non è sicura che ci sia un lieto fine ma tutto ciò non ha importanza perché in quell’istante la brava ragazza si concede qualcosa a cui non aveva mai pensato… una storia basata su gioco, seduzione e libertà.
Luke è uno di quei ragazzi che attirano le ragazze, ed anche le pallottole, come un magnete, appare come il classico cattivo ragazzo seguito dal pregiudizio e da pettegolezzi che in una piccola città non può che creare scompiglio. Eppure sotto quella facciata rude e mascolina si nasconde un uomo protettivo verso la sua collega e pieno di attenzioni anche con una ragazza che considera un avventura di qualche mese.
Quando i due protagonisti si incontrano non riescono a superare le loro reciproche maschere così appaiono per come si sono presentati per tutta la loro vita: una ragazza dolce ed innocente vs un rude maschiaccio.
La storia prosegue nel quotidiano di entrambi ed  è proprio così che riusciamo a scoprire il carattere di entrambi, la scelta di non “spiattellare” nell’immediato la vera causa del precedente divorzio di Luke, il ladro del furto al birrificio ed il segreto su chi sia il padre del bambino che aspetta Simon (partner di Luke sul lavoro) viene reso ancora più intrigante dall’intreccio delle vite dei personaggi e scatena la curiosità del lettore fino all’ultima parola.
Il rapporto tra Luke e Tessa cresce, s’incrina e s’intensifica durante tutto il racconto tra appuntamenti romantici e divertenti,  passione travolgente e litigi che portano entrambi a conoscersi meglio e capire quanto sia profondo l’amore che provano l’uno per l’altra.
Una storia da assaporare in tutti i suoi aspetti, potrete riscontrare in ogni variante di birra uno dei personaggi e farvi trasportare dalle idee maliziose di Tessa e dalle indagini del nostro Detective.
Buona lettura 

                   
+++

                      
Posta un commento