sabato 20 ottobre 2012

Il diavolo ha gli occhi azzurri


Titolo: Il diavolo ha gli occhi azzurri
Autore: Lisa Kleypas
Anno di pubblicazione: 2010
Edito da: Mondadori
Prezzo: 9,50 € 
Genere: Romanzo Rosa, Narrativa
Pagine: 316 p.



Trama
Hardy Cates è un uomo affascinante e ambizioso, un milionario nato in una famiglia povera, che ha costruito la propria fortuna da solo. Ed è detcrminato a portare avanti una sua vendetta privata contro i più ricchi petrolieri di Houston, i Travis. Haven è la figlia ribelle dei Travis, tornata a casa dopo due anni di matrimonio fallimentare con un uomo che non è mai piaciuto ai suoi, e ben decisa a non dare più retta al proprio cuore. Ma quando il suo sguardo incrocia quello di Hardy, la giovane donna si renderà conto che non si può resistere alla tentazione di un diavolo dagli occhi azzurri. Entrambi finiranno preda di un sentimento che nessuno dei due può - o vuole contrastare. Soprattutto quando una minaccia terribile emergerà dal passato della ragazza, e solo Hardy potrà salvarla...

Recensione

2° Libro della serie  Travis:
Una storia dai temi forti che diffusi nella società spesso si nascondono dietro le tende di una finestra, dietro sorrisi affettati e la disperazione dell’incoscienza. Questa volta Lisa Kleypas ci narra della violenza sulle donne non solo fisica ma anche psicologica, l’intento di spezzare la mente di una donna e vederla piegarsi da un narcisista che intesse una rete cosi fitta da annebbiare la mente della protagonista.
Una donna cresciuta dalla rigidità dei giudizi pungenti della famiglia finalmente trova serenità nel rapporto con un uomo che crede essere la sua anima gemella. L’infatuazione l’accettazione delle critiche, fingendo che non abbiano importanza su un soggetto abituato a riceverle, la voglia di migliorarsi per divenire la donna perfetta per l’uomo che crede di amare.
Soltanto al punto di rottura la disperazione riuscirà a spingerla un passo dietro l’altro verso la salvezza, verso una stradina sconosciuta che ,spera , la porterà lontano dal mostro. Perché di mostro si tratta sotto l’aria da perfetto fidanzato. Spesso scappiamo da ciò che ci spaventa e ci rifugiamo in luoghi che sentiamo sicuri ma sarebbe meglio ricordare che di frequente il lupo si traveste d’agnello.
Il percorso per guarire è lento e tortuoso perché è facile approfittarsi dei più deboli e Haven dovrà affrontare e riconoscere gli ostacoli per superare le sue nuove e sconosciute debolezze. Come si può ricominciare quando la mente dice di fermarsi? Come si può guarire dalle ferite quando la paura continua ad alimentarle? 
E soprattutto come si può affidare il proprio cuore a Hardy,l’uomo spietato e odiato dalla famiglia, che tenta di attrarla? Hardy l’affascinante, insolente uomo , dal corpo forgiato da anni di lavoro sulle piattaforme di trivellazione, che scala le vette del
business del petrolio, tanto ambizioso da voler raggiungere i suoi obbiettivi a qualunque costo.
I tratti distintivi di questo romanzo sono:

  •        Il modo in cui l’autrice riesce a farci entrare nell'ottica di Haven, un modo di comprendere ed entrare nella mente di una donna sola ossessionata dalle critiche, spinta e percossa da ferite più profonde di uno schiaffo.  
  •      Al mondo si sbaglia ed ognuno ne affronta le conseguenze, l’autrice non risparmia a Haven una scelta apparentemente facile che però la condurrà in un vortice tanto più forte di lei da annientarla.
Ciò che credo sia importante sottolineare è la forza della rinascita, il coraggio di rialzarsi, la paura asfissiante di trovarsi in un mondo dove non si vede via di fuga.
Spesso, in tutta onestà, mi sono ritrovata a guardare le pagine con mal celata irritazione nei confronti di una Haven troppo remissiva , una donna che tace nella paura di un repentino cambiamento d’umore da parte del consorte ma anni di sottomissione alle critiche inflessibili della famiglia forse riescono a giustificare tale “assorbimento” di reazione (anche se in lei la reazione è totalmente spenta).
    
“Rimasi sconcertata dall'improvvisa animosità di Nick, un vero e proprio fulmine a ciel sereno”

Il modo in cui viene trattata, in cui viene criticata addirittura permettendo che lui decida anche come devono chiamarla gli altri ed ottenere una semplice replica senza scatenare l’inferno sul fatto di chi sia il padrone di chi beh avrebbe meritato ben più di un bicchiere di vino in faccia, a mio parere, non che lei si sia permessa tale affronto nei confronti di Nick.
Dopo due anni di matrimonio, sulla scia del marito padrone, Haven tocca letteralmente il fondo, spinta e percossa,finalmente qualcosa in lei la trascina via alla ricerca di salvezza.
             “La morsa dolorosa di quando desideri una persona che sai che non avrai mai più.”
Una fiamma accesa anni addietro per un dolce e appassionante equivoco li avvicinerà a tal punto dal sentire il calore l’uno dell’altra ed abbastanza da poter conoscere realmente chi si ha di fronte ma saranno in grado di svelarsi tra carezze, baci  e scontri.
            
Ascolta, tesoro» mi sussurrò. «Solo un paio di volte, nella mia vita, mi è capitato come adesso             qualcosa di così bello, da fregarmene delle conseguenze.”

L’inizio del vero romance ci permette di scoprire un Hardy Gates dal sangue caldo e la risposta pronta. Mai contento e soddisfatto di ciò che ottiene, alla perenne ricerca di quel “più” a cui nessun ragazzino cresciuto nella parte povera della città è mai stato concesso. Arrogante e sensuale si addentrerà nella vita di Haven come se non fossero mai usciti da quella cantina al buio.
Perché entrambi sono rimasti al buio per troppo tempo ed il loro bisogno di essere amati ed affrontare un passato oscuro che li ha portati ad essere ciò che sono.  Nuove scelte, nuove speranze ed emozioni mai provate… passione, serenità , libertà ed amore, sensazioni che portano Haven a capire che quello con Nick non fosse altro che un modo per sopperire al divieto della famiglia.
Tra salvataggi in ascensore,  una nuova sfida che cercherà di mettere Haven in ginocchio, un bracciale che li trascinerà verso il passato, contratti stipulati in modo subdolo e rivelazioni sconcertanti i nostri due amanti dovranno attraversare la linea di fuoco per esseri liberi di amarsi.
Ciò che non ci uccide ci fortifica in fondo all'anima basta scavare con attenzione trovare quella forza e ribellarci. Bisogna alzare il capo e dirsi basta Io sono importante e non merito persone intende a schiacciarmi per sentirsi superiori. Io merito amore quello che ti accarezza gentilmente anche la mano da cui proviene è forte e rude. Io valgo ed è ciò che la nostra protagonista deve imparare ed è ciò che tutti dobbiamo imparare. Si combatte la paura cercando aiuto, l’aiuto che non si ha il coraggio di chiedere senza capire che proprio quell'orgoglio è stato già distrutto da colui in cui avevamo deposto fiducia. Non si tace il dolore, lo si combatte con armi adeguate.
Quello che aspetta Haven è una “caduta” non per essere stata spinta ma per l’abbandono tra le braccia di chi è meritevole di essere amato.
    
    "«Solo tu» disse Hardy quando ebbe ripreso fiato. «Tu sei tutto quello che voglio.»
Mentre mi abbassava tra i cuscini, mi parve di cadere fra le nuvole. Cadere all'improvviso, velocemente. E non c'era nulla per frenare la caduta."

P.s. E se il diavolo, perché di un gran bel diavolo tentatore di tratta, ha gli occhi azzurri ben venga perché diciamocelo quelli di Hardy "sono più azzurri della volta celeste"!

Voto



Posta un commento