domenica 3 aprile 2016

Recensione : Fanny Di Natale Uragani e arcobaleni

Esce domani 4 aprile per Triskell Edizioni
, il nuovo romanzo di Fanny Di Natale "Uragani e Arcobaleni", una storia young adult adatta ad ogni età, ambientata nel nostro Bel Paese


Fanny Di Natale  

Uragani e arcobaleni 

 Triskell Edizioni
Uscita: 4 aprile 2016

                                                      
                                                                       

                                           Dettagli prodotto

  •                                                                  Formato: Formato Kindle
  •                                                                 Dimensioni file: 2009 KB
  •                                                                     Lunghezza stampa: 190
  •                                                         Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  •                                                    Editore: Triskell Edizioni (4 aprile 2016)
  •                                                          Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  •                                                   Lingua: Italiano






                                                                         

Celine Brandi è una ragazza altruista e piena di talento, chiusa nel dolore per la perdita del suo fidanzato. Quando il destino è sul punto di regalarle un po’ di felicità per l’ammissione al Berklee di Boston, si trova inaspettatamente catapultata nella vita di Ian Montani, un ragazzo che ha perso la vista a causa di un incidente. Tra incomprensioni e mille difficoltà, i due giovani riusciranno a trovare il posto nel mondo e la forza per vivere appieno la loro vita.







Esce domani 4 aprile, il nuovo romanzo di Fanny Di Natale "Uragani e Arcobaleni", una storia young adult adatta ad ogni età, ambientata nel nostro Bel Paese ed intervallata da un trasferimento a Boston, dove la protagonista trascorre cinque anni, condensati in un capitolo, per perfezionare lo studio del suo amato violino e cercare di dimenticare il dolore di un cuore spezzato.
La storia è incentrata su Celine Brandi, una ragazza sensibile ed altruista, dolce ma che, dopo la morte del fidanzato, continua a vivere nel ricordo del suo perduto amore negando a se stessa di provare lo stesso sentimento per un altro ragazzo. Vince una borsa di studio per gli Stati Uniti e proprio quando la vita sembra tornare a sorriderle, si trova catapultata nella vita di Ian Montani, un ragazzo rimasto cieco dopo un incidente stradale, in conflitto con la famiglia, che vorrebbe si sottoponesse ad un intervento che forse gli ridarebbe la vista, e con se stesso, deciso a voler essere indipendente nonostante l'handicap invalidante.
La storia narrata in modo delicato racconta di due solitudini, due ragazzi colpiti con durezza da un destino avverso: il dolore che li accomuna li avvicina passo dopo passo, lui impara a convivere con la cecità e a tornare a fare affidamento sugli altri e Celine, nonostante combatta con se stessa, finisce per innamorarsi dell'ombroso Ian, che con lei torna a sorridere.
La narrazione scorrevole è resa piacevole dai tempi ben dosati e dal talento della scrittrice che non si perde in inutili lungaggini e contorte divagazioni, la storia dei protagonisti resta centrale, colorata da sprazzi dei personaggi di contorno, tutti ben definiti e dal carattere delineato.
L'unico appunto negativo che posso fare, sempre a parer mio, è il finale un pò troppo coinciso per i miei gusti, avrei trovato più verosimile una maggior resistenza da parte di Celine, reduce da un dolore troppo grande per poter essere superato con facilità.
Comunque, "Uragani e Arcobaleni" resta un modo piacevole per trascorrere un pomeriggio in completo relax, con in mano una tazza di the o di caffè, a seconda dei gusti, comunque con in naso ficcato in questo buon libro.
Grazie alla scrittrice per il buon lavoro e a voi per l'attenzione con cui seguite le nostre recensioni.
Alla prossima!
                                                                    



Posta un commento