lunedì 20 ottobre 2014

Intervista: Colleen Gleason

Intervista a Colleen Gleason 






Per chi legge in lingua originale!
Dal 19 al 23 ottobre 2014, il primo libro della serie Gardella, The Rest Falls Away, sarà in offerta ebook a 99 centesimi di dollaro.

Per i lettori italiani
In italiano potrete approfittare dell'offerta di Amazon: La serie completa dei Gardella in formato Kindle a €4,99 

In occasione della nuova edizione delle copertine delle Cronache dei Gardella, la famosissima (e gentilissima aggiungerei io) Colleen Gleason ci ha rilasciato un'intervista assolutamente esclusiva e unica nel suo genere!

L'intervista è stata frutto di una cara amica e sostenitrice del blog che ringraziamo di cuore!


Prima di tutto grazie per averci permesso di intervistarti! E ora cominciamo con la prima domanda.
  • Come è nata l’idea per la serie dei Gardella?
    Quando una mia amica mi ha prestato la prima serie di Buffy l’Ammazzavampiri in DVD. Era da poco passato il fine settimana prima del Ringraziamento ed ero in cucina, la notte prima della festività a preparare un sacco di cose. Non sapevo davvero se la serie mi sarebbe piaciuta (non mi piacevano i vampiri, sapevo che si trattava di un cult ed ero un po’ diffidente) ma misi il DVD nel mio portatile sul bancone della mia cucina e iniziai a guardare. Quattro episodi e un sacco di cibo dopo ed ero completamente rapita dalla serie.
    Poco tempo dopo, guardai Cenerentola con le mie figlie. Quando Cenerentola dovette improvvisamente lasciare il ballo e, all’improvviso pensai, “E se stava andando via perché doveva andare ad impalare un vampiro?” Questo fu il modo in cui l’idea mi venne in mente.
  • In Caccia di Mezzanotte, pubblicato in Italia lo scorso settembre, c’è un personaggio, Chas Woodmore, che abbiamo già incontrato nella serie Regency Draculia. Era una tua idea fin dall’inizio quella di far intersecare le serie?
    No, non sapevo che si sarebbero intersecate! È una cosa che è successa e basta. Ho pensato che avrei scritto alla fine più libri sui Draculia… ma poi, con il mio editore abbiamo deciso di non farne altri, almeno ambientati in tempi storici. Mentre scrivevo il libro di Macy, mi sono resa conto che un personaggio somigliava tantissimo a Chas Woodmore… così, decisi che Wayren aveva fatto qualcosa (scriverò un racconto un giorno su questo) per aiutare il povero Chas dal cuore spezzato per fuggire dal dolore e fare qualcosa di utile e produttivo… così si è spostato nella Chicago degli anni ’20 per aiutare Macey.
  • Se potessi essere uno dei tuoi personaggi, chi saresti?
    Victoria. Il solo pensiero di avere sia Max che Sebastian mi manda in estasi!
  • Hai un eroe preferito?
    Forse. Ma sarebbe come scegliere un figlio preferito… dipende dal momento/scena. E li amo tutti per motivi diversi.
  • A cosa stai lavorando al momento?
    Ho appena finito il terzo libro della mia serie steampunk Stoker&Holmes (che non è ancora disponibile in Italia) e presto comincerò a lavorare al secondo libro di Macey Gardella.
  • Come descriveresti Macey Gardella?
    Determinata, pragmatica, sfacciata (anche se non mi piace questa parola) e, alla fine del primo libro, solitaria.
  • I tuoi fan continuano a chiedere se Sebastian Vioget alla fine avrà il suo “lieto fine”. Cosa puoi dirci in merito?
    La storia di Sebastian sarà decisa a un certo punto nel corso della trilogia di Macey. Com’è questa come dichiarazione ambigua?? :-)
  • Ucciderai uno dei personaggi maggiori nei prossimi libri della serie di Macey Gardella? (per favore NON Grady! Ti prego! LOL)
    Beh, rispondere a questa domanda sarebbe troppo “spoileroso”! :-) Posso dirvi che amo Grady, perciò è “probabilmente”  salvo. Ma non faccio promesse su chi muore o chi vive.
  • Ora, alcune domande veloci…
    Salato o dolce?
    ENTRAMBI! Insieme!
    Snack preferito mentre scrivi?
    Vino rosso o tè verde. Popcorn. Pretzel ricoperti di cioccolato (ecco il dolce e salato insieme!)
    Se vivessi in un altro periodo storico, quale sarebbe?
    Ehm… Mi piace il 21esimo secolo, grazie. :-) Non mi dispiacerebbe visitare diversi periodi storici (Parigi durante il decennio del 1890, per dirne uno), ma non vorrei vivere lì!
    Libro che stai leggendo in questo periodo?
    ne ho diversi, aspetto il terzo libro della serie Cousins O’Dwyer, di Nora Roberts, Blood Magick.
    Libro preferito dell’infanzia?
    My Side of the Mountain (La meravigliosa avventura di Sam e l’orsetto lavatore) o These Happy Golden Years (di Laura Elizabeth Ingalls Wilder, autrice di La casa nella prateria, di cui è stato tratto il famoso telefilm degli anni ‘70/80, n.d.t.). E tutti i libri di Trixie Belden.
    Cattivo preferito?
    Malefica di Disney.
    Frase epica?
    “Prima regola di un ammazza vampiri: Non morire.” Buffy Summers





    Hi, my lady! here's the questions from the blog "La nuda essenza dei libri"

    First of all, thank you so much to allow us to interview you! Now the first question.
    1.       How did you get the idea for the Gardella Vampire Chronicles?
    When a friend of mine gave me the first season of Buffy the Vampire Slayer on DVD. It was over Thanksgiving weekend, and I was in the kitchen on the night before Thanksgiving making a whole bunch of things. I really didn’t know whether I was going to like the show—I didn’t like vampires, I knew it was a cult classic, and I was leery—but I popped the DVD into my laptop on the kitchen counter and started watching. Four episodes and a whole lot of food later, I was completely hooked.
    Shortly after that, I was watching Cinderella with my daughters. When Cinderella had to suddenly leave the ball, all at once I thought, “What if she was really leaving to go stake a vampire?” And that was how the idea just dropped, right into my brain.
    2.       In Roaring Midnight, realeased last September in Italy, there is a character, Chas Woodmore, we’ve already met in The Regency Draculia Series. Have you always known you wanted to cross the series?
    No, I didn’t know I would cross the series! It sort of just happened. I thought I would eventually write more Draculia books…but then my publisher and I decided not to do any more of them, at least set in historical times. And when I was writing the Macey book, I realized I was writing a character that was an awful lot like Chas Woodmore…so I decided that Wayren did something (I’ll write a short story about that some day) to help the heart-broken Chas get away from his pain and do something valuable and productive…and he moved to 1920s Chicago to help Macey. :-)
    3.       If you could be one of your characters, who would you like to be?
    Victoria. Just thinking of having both Max and Sebastian makes me swoon!
    4.       Do you have a favourite hero?
    Maybe. But it’s like picking a favorite child…it depends on the moment/scene. And I love them all for different reasons.
    5.       What are you working on right now?
    I just finished the third book in my Stoker & Holmes steampunk series (which is not yet available in Italy) and will soon be working on the second Macey Gardella book.
    6.       How would you describe Macy Gardella?
    Determined, pragmatic, spunky (even though I dislike that word), and—at the end of book one—lonely.
    7.       Your fans keep asking if Sebastian Vioget will finally have his “happily ever after”. What can you say about that?
    Sebastian’s story will be resolved at some point during the Macey trilogy.  How’s that for an ambiguous statement?? :-)
    8.       Are you going to kill one of the main characters in the next Macy Gardella series? (please NOT Grady! I beg you! LOL)
    Now, to answer that would be spoilery! :-) I can tell you that I love Grady, so he’s *probably* safe. But I make no promises about who dies and who lives.
    9.       Now some rapid-fire questions…
    salty or sweet?
    BOTH! Together!
    favourite writing snack?
    Red wine or green tea. Popcorn. Chocolate covered pretzels (there’s the salty and sweet together!)
    if you lived in another time, which one would it be?
    Um…I like the 21st century, thank you very much. :-) I wouldn’t mind visiting a bunch of different times (Paris during the 1890s, for one), but I wouldn’t want to live there!
    current book you’re reading?
    I’m between books, waiting for the third book in Nora Roberts’ Cousins O’Dwyer series, Blood Magick.
    favourite childhood book?
    My Side of the Mountain or These Happy Golden Years. And all the Trixie Belden books.
    favourite villain?
    Disney’s Maleficent!
    epic one-liner?
    "First rule of vampire slaying: Don’t die.” —Buffy Summers
    Thank you!!



Vi segnaliamo anche l'ultimo libro pubblicato in Italia, lo spin off sull'Eredità dei Gardella, auto-pubblicato dall'autrice per i suoi fan italiani. Lo trovate disponibile su Amazon.


Caccia di mezzanotte
Nel bel mezzo della luccicante era del jazz, quando gangster e contrabbandieri di alcolici controllavano la città, c’era un’altra e più insidiosa minaccia… i non-morti!


Macey Gardella è una giovane donna figlia del suo tempo, i ruggenti anni Venti: ha il suo lavoro, il suo appartamento e le piace ballare il Charleston. Ma quando un uomo misterioso di nome Sebastian Vioget le racconta che lei appartiene a una famiglia di cacciatori di vampiri, Macey è sconvolta e stenta a crederci.
Iniziano, però, a succedere una serie di fatti strani e spaventosi e Macey si trova, infine, faccia a faccia con una creatura dai canini appuntiti: così non le rimane altra scelta che credere a Sebastian. E quando viene a sapere che la sua anima dipende dalla sua volontà di unirsi alla propria famiglia e dare la caccia ai vampiri, Macey capitola e inizia a combattere.
Mentre Macey impara sempre più cose sulla sua nuova vita, incontra un affascinante giornalista, Grady, che sembra sapere sui vampiri molto più di quanto dovrebbe. L’uomo però inizia a fare troppe domande e Macey è costretta a dissimulare la forte attrazione nei suoi confronti in nome della segretezza.
Fra bar clandestini e whiskey di contrabbando, sparatorie tra gangster e padrone di casa impiccione a cui nascondere i paletti che tiene nel proprio appartamento, Macey Gardella si troverà presa in un turbine di atroce violenza, romantica passione e oscuri tradimenti…

Da una delle autrici più vendute secondo il NEW YORK TIMES e USA Today, Colleen Gleason, l’attesissimo spin-off di un successo planetario, la saga de L’Eredità dei Gardella 



Colleen Gleason vive vicino a Ann Arbor, nel Michigan, insieme al marito Steve e alle tre figlie. Ha una laurea in Inglese e un MBA dalla University of Michigan. Comincia a scrivere alle elementari, continuando fino al college, e scrive nove storie complete prima di vendere il primo libro di 'L'eredità dei Gardella, ciclo di romanzi fantasy che tratta le avventure della cacciatrice di vampiri Victoria Gardella Grantworth, a una divisione della casa editrice Penguin Books, che lo pubblica a gennaio 2007. Nei due anni successivi, escono gli altri quattro libri del ciclo, che si conclude a marzo 2009. Nel 2008, scrive un racconto breve, prequel alla serie, dal titolo In Which a Masquerade Ball Unmasks an Undead, pubblicato prima nella raccolta Mammoth Book of Vampire Romance, arrivata in Italia come L'ora dei vampiri, e poi singolarmente come Victoria Gardella: Vampire Slayer. Prima di diventare una scrittrice a tempo pieno, lavora nel campo delle vendite e del marketing per diverse aziende e comincia anche una propria attività nel campo delle assicurazioni. Nel 2010 comincia la pubblicazione della serie I diari delle tenebre, scritta con lo pseudonimo Joss Ware, della quale l'autrice ha pianificato sei libri. Nel 2011 pubblica la trilogia Regency DraculiaScrive anche alcuni racconti brevi: nel 2010 si unisce a Mary Balogh, Susan Krinard e Janet Mullany in un tributo paranormale a Jane Austen, scrivendo il raccontoNorthanger Castle, con protagonista Victoria Gardella, per il libro Bespelling Jane Austen, che viene pubblicato il 1º ottobre.


Visitatela nel suo sito ufficiale! 
http://www.colleengleason.com/
Posta un commento