giovedì 27 marzo 2014

Recensione: Cercando di te di Sabina Di Gangi



 Cercando di te
di 
Sabina Di Gangi









Philip è un uomo bellissimo, sicuro di sé, apparentemente sereno. Ma dietro quest’aspetto rassicurante si cela un tormento che lo devasta da dieci anni, dal giorno in cui è fuggito da Glastonbury per rifugiarsi a Londra, per cercare di sfuggire al dolore che lo soggioga giorno e notte, lasciando lì la donna che ama disperatamente, Nicole. Ma non può fare a meno di vivere per lei, nel suo ricordo, non può sottrarsi dal cercarla in ogni sguardo, ogni corpo, in ogni donna che il destino gli mette davanti. E le conquista tutte, ha bisogno di loro perché è l’unico modo per poter avere fra le braccia lei. Ѐ come una droga, e deve assumerla costantemente per trarne sollievo. A Glastonbury ha lasciato sì Nicole, ma anche l’anziana madre ormai ammalata. Le due donne vivono insieme, ma Philip non ne è a conoscenza. Nicole, nel tempo, è divenuta per la signora Freeman la figlia femmina mai avuta. Nicole, a Freeman’s House, cerca di ricordare Philip, nel volto della madre, negli oggetti che la circondano, nelle foto, sopportando anch’essa il dolore in silenzio, sperando. Quella casa è per lei l’unico luogo per poterlo amare segretamente, aspettando che il destino muova gli animi assonnati, intorpiditi dalla paura, paura di amare senza essere respinti.
Quanto può attendere un amore? Un giorno, un mese, un anno… dieci anni, prima che il tormento logori l’anima. Philip e Nicole sopportano in silenzio, colmando i vuoti. Lui cercando in ogni donna qualcosa che gli ricordi lei. Lei, che si circonda di oggetti, foto, affetti che la possano legare a lui. Aspettando che sia il fato a giocare la prima  carta, sperando che il tempo non affievolisca i sentimenti. Sperando che il sole non spunti più pur di dimenticare e sperare che sorga per l’eternità pur di potersi rincontrare. Un amore puro, che va contro ogni regola, contro tutto e tutti.


Recensione


La sensazione che mi ha spinta a leggere questo libro sono state la trama e le primissime pagine. Un'ottima presentazione che fa presagire al lettore una storia avvincente, tra le fiamme ed i sogni di un uomo tormentato e spezzato dall'amore. Philip, giovane aristocratito afflitto dal suo passato, bloccato nell’infinito incubo di un tradimento che logora la sua anima e pur trafiggendogli il cuore la donna rimane sempre il centro del suo amore. Bastano solo poche altre pagine per scoprire la realtà, ovvero, Philip non è la vittima di un tradimento ma di una “pessima figura” dovuta all’impaccio che in gioventù lo ha bloccato, privandolo di un gesto che avrebbe potuto renderlo, agli occhi della sua amata, un eroe.
Mi è piaciuta in particolar modo la scelta della rappresentazione di Artù e Ginevra ma sarebbe stata molto più apprezzata con un maggior approfondimento. 
Philip così spavaldo agli occhi del mondo, parla come un filosofo che predilige l'edonismo e raccoglie la sua sicurezza dalla ricchezza e dal suo charme.
 Nulla nel suo passato giustifica questa scelta di vita ed il modo in cui sfrutta le donne, in cui ogni volta scorge qualcosa del mancato amore Nicole.
Pur immedesimandoci nella mente di un ragazzino che subisce un imbarazzante avvenimento quest'uomo che ci viene presentato non riesce realmente a crescere e migliorare se stesso. Dopo dieci anni continuare a restare radicato nei suoi sogni senza via d'uscita.
Ciò che infece colpisce è la determinazione di Nicole nell'attesa di quell'amore improvvisamente scappato non solo da lei ma anche dalla sua stessa madre.
Il rapporto che si crea tra lei e la signora Freeman è di conforto per la donna ammalata ed entrambe tengono vivo il ricordo del ragazzino, ormai uomo, che tempo addietro le ha incosciamente abbandonate.
La costruzione del protagonista rischia di cadere nel cliche del bello e bastardo ma senza una vera e propria introspezione, senza quel passato che lo rende l'uomo che è. Il suo carattere lascia a desiderare poiché da un uomo tanto sicuro di sè, determinato nel godersi la vita e così tormentato dal passato non prende davvero le redini della sua vita cercando il suo amore.
Un finale che finalomente vede trionfare l'amore vero che tanto ha atteso per essere rivelato.
Un esordio che ha tutte le potenzialità per piacere ma che manca di quel qualcosa che lo avrebbe davvero reso un bel libro.
 L'amore viene descritto nella sua magia ed unicità che purtroppo viene sormontato e tramutato in tormento da un evento che rende cieco un ragazzo troppo insicuro.






 L'Autrice


Sabina Di Gangi è nata nel 1977. Vive in Sicilia con il marito e i loro due figli. Nel 2001 si è diplomata in flauto traverso al Conservatorio di Palermo. Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo “Contro Satana” (Arduino Sacco Editore).



 

ISBN:  9788868850043

Pubblicato il 06 febbraio. Pag. 253.
L’ ebook è in vendita su Amazon al prezzo d i euro 1,99
Questo è il link:



 
Posta un commento