sabato 9 marzo 2013

Recensione: Uno Splendido Disastro di Jamie McGuire




Trama:
Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo. Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio.
C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza.
Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana.
Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un’inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all’anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…



Attenzione, presenza di piccoli spoiler 

Recensione:
C'è il college, ci sono i ragazzi e poi c'è lei, la ragazza che scappa dal suo passato. Lei ha una migliore amica, la sua migliore amica ha un ragazzo e il suo ragazzo ha un cugino, il tipo più figo, il più tenebroso e più pericoloso di tutto il college. Lei, Abby, la nostra protagonista, si vede trascinata dalla sua migliore amica America, detta Mare, a un incontro di lotta clandestina dove il protagonista maschile, Travis Maddox, la nota dopo aver spaccato il naso a uno e averla schizzata di sangue e scatta la scintilla non che lui le appioppa il soprannome di Pigeon (forse amava i piccioni o i pokèmon).

«Il prossimo contendente non ha bisogno di presentazioni ma, siccome mi fa una paura fottuta, lo presenterò lo stesso! Ragazzi, tremate, ragazze, attente alle mutandine! Ecco che arriva Travis “Mad Dog” Maddox!»

Il giorno seguente al colpo di fulmine lui si siede allo stesso tavolo del gruppetto di Abby e dopo svariate battute sulle magliette rovinate dal bel tenebroso la nostra picciona inizia a dire che non sarebbe mai andata a letto con lui, cosa che continua a ribattere ma poi finisce a letto con lui, a dormire per il primo mese....si perchè lei scommette con un tipo che combatte come un professionista che lo avrebbero colpito ma lei SAPEVA che avrebbe perso ma NON VOLEVA comunque “andare” con lui. Dov'è la coerenza?? Se sai che lui è un porco perché ti incasini la vita?? O te lo fai e finisce li perchè hai voglia o tagli i ponti, almeno è così per la gente normale ma possiamo tralasciare e analizzare ancora più in là. Lui mentre tu sei nel tuo letto si tromba due gemelle contemporaneamente ubriaco fradicio sapendo che senti tutto, qui una donna normale l avrebbe piantato in asso ma lei no....
Questo libro è un autentico disastro, altro che caso letterario, la protagonista si spaccia per donna matura, e non lo è, ha avuto un passato difficile ma cade in trappola come una pera cotta nonostante sia una che ne ha "passate" e, quando meno te lo aspetti scopri che è pure vergine, qualcosa qui non va...non vi sembra qualcosa di già visto? Anastasia Steel, Bella Swan?? No?? Comunque,  lui è il cattivo ragazzo, il re del sottobosco e ha tutte ai suoi piedi eppure vuole quella che gliela fa annusare da lontano, quella che gli crea più complessi di un libro di psicologia, si perchè lui ha dei complessi, ha anche delle dipendenze e cattive abitudini, beve, fuma e scopa come se ne andasse della sua vita perchè la madre è morta traumatizzandolo... Allora, dico io, va bene essere traumatizzati ma cavolo identificare la ragazza che ti vuoi portare a letto in tua madre e poi trasformarla nell'oggetto di un ossessione morbosa non è normale, dichiarare di amarla e farti beccare mentre stai per chiavare una zoccola che la svende come non fosse sua non è coerente. Quando poi si lasciano la cosa è tragica, lui da macho super sexy si trasforma in zerbino, nulla è più lo stesso per lui, non mangia, non dorme, vorrebbe morire....non vi ricorda nessuno??Un ragazzo pallido e sbrillucicoso noooo??? Seriamente, questo libro è una bellissima tragedia per un portafogli, 16 euro e 40 cent buttati all'aria, potevo spenderli in qualcosa di più bello.
Non consiglio questo libro a nessuno che abbia più di 15 anni, se non sei in quella fase della vita dove credi ancora alla favola del principe buzzurro non leggere Uno Splendido Disastro, in compenso però è scritto decentemente anche se la storia fa schifo la sintassi e la grammatica sono ottime, non ho notato molti errori ed erano poche le frasi che non si decifravano facilmente.
L'aspetto dei personaggi però mi ha colpito, certo non ci vuole molto se lui è uno strafigo tatuato e pericoloso ma anche lei non è male anche se non la bellona di turno tanto che a un certo punto si presenta anche a casa di lui completamente struccata e con la tuta e viene descritta come una sottospecie di zombie diciamo.


Il mio giudizio complessivo 
ci hai provato Jamie



Posta un commento