giovedì 15 novembre 2012

Recensione: A nudo per te








Titolo: A nudo per te
Autore:  Sylvia Day
Titolo Originale: Bared to you
Edito da: Mondadori
Prezzo: 14,90 € 
Genere: Erotico
Pagine: 350 p.

           Primo libro di una nuova avventuara a sfondo erotico.

          Un fuoco pronto a divampare      

    The Crossfire Trilogy


 TRAMA:

 Lei è Eva Tramell, giovane neolaureata che sta per iniziare il suo primo lavoro in un'importante agenzia pubblicitaria a Manhattan.

Lui è Gideon Cross, carismatico e affascinante uomo d'affari, proprietario dell'agenzia e del lussuoso palazzo in cui entrambi lavorano.
Quando si incontrano, l'attrazione tra loro è istantanea e irresistibile, di quelle che non lasciano scampo. Gideon desidera Eva sopra a ogni cosa, ma rifiuta qualunque coinvolgimento sentimentale, perché non vuole mescolare sesso e amore.
Eva, dal canto suo, è travolta da una passione che non pensava avrebbe mai provato, ma non accetta di farsi trattare come un semplice oggetto del desiderio o una trattativa d'affari da portare a termine rapidamente e con successo, cosa a cui lui è abituato da sempre.
Entrambi devono fare i conti con un passato difficile e tormentato, e quando inizia a farsi strada un sentimento più profondo, le barriere che hanno faticosamente costruito negli anni per proteggersi rischiano inevitabilmente di crollare.
Sullo sfondo della New York sfavillante dell'alta finanza, dove apparenza e ricchezza contano più di ogni altra cosa, Eva e Gideon sono costretti a mettersi totalmente in gioco e a lasciarsi andare alla loro ossessione.
A nudo per te è il primo romanzo della Crossfire Trilogy che ha raggiunto subito i vertici delle classifiche americane e inglesi, diventando in pochissime settimane un bestseller internazionale. Una storia unica e indimenticabile, un mix esplosivo di erotismo e seduzione: A nudo per te è questo e molto di più.

 

 RECENSIONE:

 Apriamo le porte ad un mondo ricco e sfarzoso, tra appuntamenti di lavoro e cene di beneficenza potrete immergervi in una New York capace di sorprendervi e farvi sognare ma non illudetevi non è tutto oro quello che luccica e la sexy figlia dell’elite con il suo Mr. Tenebroso e focoso non sono da meno, perché entrambi hanno toccato con mano ciò che si cela dietro l'oro zecchino, ciò che i soldi tendono a cancellare dai tabloide ma non dall'anima. Ciò che amo di questo libro è l'aspetto profondo e sporco dell'anima, l'autrice non tende a nascondere o abbellire le conseguenze del malessere nascosto sottopelle ma racconta nel complesso come è evoluto il deterioramento provocato da un particolare evento della vita dei personaggi, senza dimenticarsi di nessuno, dalla madre iperprotettiva con la mania di sentirsi al sicuro finanziariamente, passando per il troppo affascinante amico Cary la cui bellezza il mondo ha trasformato in maledizione anziché un dono, fino ad arrivare ai piani alti di un edificio pronto a rivelarci i due protagonisti di questa storia.

Due anime che si mettono a nudo ma inizialmente troppo cieche per vedere cosa o chi hanno realmente davanti a se. Spinti dall’istinto e dalle paure di un passato che li ha tormentati cercano la semplicità nella leggerezza di un rapporto ma tra loro non c’è nulla di semplice al contrario riusciranno a complicarsi in un groviglio di dolore, estasi e pentimento.
Il desiderio che tende ogni terminazione, che provoca un lezioso disciogliersi dei sensi e rende il corpo dolente dal bisogno incessante di essere accarezzato, questa è la potenza che Gideon Cross riesce ad emanare con poche parole ed un sorriso.
      «Attrazione è una parola troppo banale per…» indicò lo spazio tra noi «… questo.»
 L’uomo fisicamente perfetto che insiste per l’atto più sensuale e sconvolgente al mondo non può lasciare indifferente Eva Tramell nonostante le sue obiezioni. Impetuoso e stramaledettamente bello ha intorno a se molte donne, innamorate del potere e della bellezza, che non riescono a resistere alla crudezza della sua fame afrodisiaca ed incantatrice… ma cosa nasconde sotto il suo bel viso, cosa cela più profondamente del nodo perfetto della cravatta? Molto, assolutamente molto di più.
Un uomo che si circonda di vetri in modo che tutti possano vederlo superficialmente dietro la facciata del plurimilionario bello e sexy che ottiene tutto ciò che desidera ma quando qualcuno entra nel suo mondo senza invito a gran velocità è in grado di distruggere tutto ciò che ha costruito per far fronte alle sue difese. Un animo disarmato che si nasconde dietro il controllo, un incubo barcollante che ha bisogno della sicurezza per sostenersi e poter camminare.
"Se mai avessi avuto bisogno di una prova del fatto che Gideon era categorico nel non socializzare con le donne con cui andava a letto,
adesso ce l’avevo."
Una donna che ancora paga un atto spregevole e tenta si ricucire quelle ferite difficile da vedere come piccole cicatrici invisibili agli occhi altrui. Il bisogno incosciente di abbandonarsi a qualcuno di cui ci si fida e stare bene in quel limbo sicuro, lontano dai tormenti o dal dolore. Affidare se stessi a qualcuno che si prenda cura di noi senza remore.
La paura di mostrarci deboli ed incasinati, la paura che gli altri,anche chi ci dimostra affetto,  possa voltarci le spalle e gettarci via se conoscesse ciò che si annida dentro di noi. Forse è un sentimento che non tutti possono capire ma ci sono molte esperienze, non per forza di violenza ma spesso anche vissute in terze persone, che rendono vulnerabili  fanno sentire sporchi e costringono a mascherarsi e questo fa paura da mostrare agli altri, fa tremare le mani dalla voglia di togliere la maschera che ci separa dalla realtà ma non possiamo se davanti a noi non c è qualcuno che amiamo profondamente e ci ama. Quell’innata voglia di sorpassare sulla fisicità e sentire quanto importanti siamo per un altro essere umano nonostante siamo noi stessi con le nostre torbide insicurezze.

«Mi fido del mio cuore e di quello che mi dice.» Appianai la ruga tra le sue sopracciglia. «Tu puoi ridarmi il mio corpo, Gideon. Credo
che tu sia l’unico a poterlo fare.»

Vi troverete a calcare i pavimenti di marmo dalle venature dorate nel Crossfire Building e scontrarvi con un paio di eleganti Oxford nere dal proprietario incredibilmente sensuale con uno sguardo dal potere magnetico.
Silvya Day da voce ai pensieri di qualsiasi donna affascinata da un uomo statuario dalla voce che riesce a scaldare varie zone del nostro sensibile corpo. Non si tratta di bisogni perversi ma di una forte attrazione che scatena ogni fantasia…
Eva verrà travolta dalla voce profonda di Gideon, dal timore di un maschio che potrebbe vessare una donna, dall’improvvisa paura di scoprirsi sotto il suo controllo, dalla negazione dell’abbandono di tale comportamento ma soprattutto dal calore languido che la trascina verso l’uomo che ama sapendo di potergli concedere tutta se stessa, non per un atto di schiavizzazione, semplicemente perché lo vuole, perché si fida e perché lui è riuscito a scalfire quella corazza tanto pesante da indossare ogni giorno della sua vita. La protagonista impara a conoscere quella passione incredibilmente legata ad un sentimento tanto forte mentre nel petto di Gideon comincia a battere la paura di spaventarla, di proteggerla ad ogni costo anche da se stesso, da qui la richiesta di una safeword perché lui vuole tutto di lei ma il timore di esagerare di spingersi oltre limiti opposti dalla sua mente potrebbe fargliela perdere e ciò per lui non è concepibile.

«La fiducia è difficile per entrambi. Se dovessimo romperla, potremmo perdere tutto. Pensa a una parola che associ al potere. La tua safeword, angelo. Sceglila.» La pressione del suo dito divenne più insistente. Gemetti: «Crossfire»

Come nella realtà la persona che abbiamo davanti non ci appare sempre cristallina e trasparente, lo stesso Gideon, dalle frasi dirette, nasconde dietro una maschera di freddezza e di controllo un passato difficile di abusi, che solo i sogni riusciranno ad aprire uno spiraglio, che permetta ad Eva di conoscerne e comprenderne i fantasmi che lo perseguitano di notte. Gli incubi però spesso hanno il sopravvento annegando Gideon nell’incoscienza e ad attentare alla sicurezza fisica e mentale di Eva.

«Sono stato amato prima. Da Corinne. Da altre donne… Ma che diavolo ne sapevano loro di me? Di che diavolo erano innamorate, visto che non sapevano quant’ero incasinato? Se quello era amore, non è niente in confronto a quello che sento per te.»

Si parla di Dominazione ma non pensiate subito a umiliazione di camminare carponi e altre cose, io parlo di quella sete di controllo, del bisogno incessante di non perdere la stabilità mentre ci si concede alla persona che AMIAMO e non al primo che capita o al partner perché l'abbiamo letto in un libro e ci è sembrato di tendenza o di moda. Io parlo di amore miei cari angeli per il vostro Mr. tenebroso e focoso che io non ho ancora trovato che ingiustizia la vita :p
In fondo chi di noi non ha mai sognato ad occhi aperti di strappare la camicia ad un adone, dalla virile presenza, riuscendo a cogliere il leggere ticchettio dei bottoni che colpiscono il pavimento?! Beh io l’ho fatto!
Non siamo bigotti o ipocriti nel  negarlo perché superata l’età adolescenziale da adulte che ben capiscono cosa vogliamo e cosa no siamo libere di lasciarci trasportare da pensieri a temperature più alte.
Riusciranno davvero a superare tutti gli ostacoli che sembrano spargersi ad una velocità incredibile sulla loro strada? Tra donne, orgoglio, gelosia e una buona dose di incasinamenti mentali come faranno a superare tutto? Scopritelo leggendo questo nuovo ed affascinate libro di Sylvia Day.

NOTA CHE TENGO A SCRIVERE:

Per quanto riguarda le critiche, che sicuramente ne deriveranno (come per altro su tutti i libri di questo genere) non credo che una persona nel pieno delle sue capacità mentali e con la consapevolezza di se stessi possa essere influenzabile da un libro…  In una società dove le tragedie sono all’ordine del giorno è fin troppo semplice giudicare una donna che parla di “dominazione” trasformandolo in “sfruttamento della donna come oggetto sessuale” quando in questo libro ,in “50 sfumature” ed in altri libri si può osservare la motivazione che spinge “tali uomini” al loro profondo bisogno di controllo ma ovviamente NON BISOGNA GENERALIZZARE, LA REALTA’ NON E’ UN ROMANZO e bisogna soprattutto capire che in questi libri riguardano l’amore che può guarire le ferite più profonde.
Ogni essere umano è diverso quindi non a tutti piace ciò che un altro trova piacevole ed è importante capire che questo genere di libri non è scritto per spingervi ad una nuova esperienza (anche molto pericolosa per molte persone) ma semplicemente per intrattenere. Tengo a specificare che si tratta sempre si soggetti CONSEZIENTI e MATURI in grado di concepire quali siano i PERICOLI e LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE O TIRARSI INDIETRO IN QUALSIASI MOMENTO.

P.s CONSIDERIAMO I LIBRI PER CIO’ CHE SONO, UNA FONTE PIACEVOLE DI INTRATTENIMENTO E UN MODO PER FARCI SOGNARE IN UN MODNO SEMPRE PIU’ CORROTTO E PURTROPPO POPOLATO DI PERSONE CHE SPESSO DIMENTICANO QUANTO SIA BELLO SORPRENDERSI PER LE PICCOLE COSE.
DOPO IL MIO SPROLILOQUIO VI AUGURO UNA BUONA LETTURA BACI BACI…


1. Bared to You - "A nudo per te",  20 Novembre 2012

2. Reflected in You "Riflessi di te", 19 Febbraio 2013


3. Entwined with You"Nel profondo di te", Maggio 2013

4. Captivated by You (inedito)

5. ...... (inedito, non ancra scritto ma già presente della magnifica testolina di Sylvia)

 

VOTO:

 

 

                                                      

Posta un commento