sabato 3 novembre 2012

La proposta di un gentiluomo








Presto in vendita l'edizione Super oro Mondadori : Le vie dell’amore (Il duca ed io, Il visconte che mi amava, La proposta di un gentiluomo)



Titolo: La proposta di un gentiluomo
Autore: Julia Qhuinn
Editore: Mondadori 
Genere: Romanzo rosa, storico
Pagine: 300


 Trama:

 Sophie Beckett non avrebbe mai immaginato che dopo la
morte del padre la sua vita sarebbe cambiata così tanto. Lei,
figlia di un conte, costretta a far da cameriera alla matrigna e
alle due sorellastre.
Ma una sera, durante un ballo, conosce l'ammirato e ricco
Benedict Bridgerton, ed è amore a prima vista.
Ma come Cenerentola, di cui condivide lo sciagurato
destino, allo scoccare della mezzanotte Sophie deve lasciare la
festa, abbandonando il suo corteggiatore e... un guanto, l'unico
indizio che Benedict ha per ritrovare la sua misteriosa dama.


Recensione:

 
Dall’accattivante, arguto e appassionato talento di Julia Qhuinn questa volta nasce una storida d’amore da favola… eh già perché la nostra eroina è Sophie Beckett, figlia illegittima del sesto conte di Penwood Richard Gunningworth, cresce nella residenza di quest’ultimo come sua protetta, la sua vita trascorre tranquilla amata dalla servitù fino al giorno dell’arrivo della nuova moglie del conte con le due figlie. La storia è molto simile, quasi uguale, a quella della nostra amata “Cenerentola”. Dopo la morte del padre, la nuova contessa predomina sulla vita di Sophie trattandola come una sguattera. La vita della protagonista trascorre tra scarpe da pulire e capricci da soddisfare ma una sera, in occasione di un ballo, potrà sgattaiolare fuori travestirsi ed affascinare uno degli uomini più ambiti di Londra, Benedict Bridgeton.

 "Benedict le prese le dita e le strofinò delicatamente con le
labbra. «Voglio vederti anche domani» mormorò. «Voglio
venire da te e vedere dove vivi.»
Sophie rimase muta, lì in piedi, sforzandosi di non piangere.
«Voglio conoscere i tuoi genitori e fare una carezza al tuo
cagnolino» disse ancora lui, guardandola negli occhi. «Capisci
cosa voglio dire?»"


Benedict secondogenito della famiglia più osservata e spettegolata del bel mondo londinese, intrappolato in un altro ricevimento noioso, tra le stesse persone e con lo stesso intento di sempre, cioè scappare dagli intrighi della madre o delle altre matrone che intendono convogliarlo a nozze con una delle debuttanti in carica, si ritrova ad allontanarsi dalla sala da ballo con una dolce ed affascinante fanciulla. La passione, l’intrigo non tarda a nascere così che i due si innamorano perdutamente…
  
 "Avrebbe dato chissà
cosa per provare anche una sola volta quella faccenda noiosa che Posy viveva ogni giorno"


ma ahimè come in ogni favola che si rispetti la mezza notte non tarda ad arrivare e lei scappa dalla sua unica magica serata in compagnia del suo grande amore dimenticando un guanto segnato elegantemente marchiato dalle iniziali della prima moglie del conte di Penwood.
Benedict, impetuoso gentiluomo, affronta la ricerca della sua amata con grande determinazione, arriverà tanto vicino alla verità eppure così lontano da poter capire.
La storia avanza con uno stile fluido e mai noioso, i nostri eroi si ritroveranno dopo molto tempo e sarò proprio Benedict a salvare la bella cameriera da un increscioso destino.
I nostri protagonisti avranno una strada lunga davanti a se piena di ostacoli, tra la differenza di ceto, l’attrazione incontrastata e  la verità che Sophie non rivela fino alla fine. 


"«Non diciamolo a nessuno, per il momento.»
«Penso che qualcuno abbia già dei sospetti» ammise Sophie.
«Voglio proprio vedere quanto ci metterà lady Whistledown
a scoprirlo.»"
 L’intrigo della liaison che si crea tra Sophie, assunta da Violet come cameriera, e Benedict si trasforma in un sentimento sempre più forte ed insostenibile... Saprà il nostro caro baronetto Benedict tralasciare le opinioni del bel mondo avendo il coraggio di prendere l’amore che lo attende, soprattutto quando l’incantevole Sophie viene arrestata per furto? 
Sophie è una donna che affronta il suo stato sociale senza aspettarsi molto dalla vita ma sognando un amore troppo lontano, mentre Benedict è un gentiluomo che vorrebbe affermarsi come unico individuo invece che di uno dei Bridgerton. In questa storia entrambi riusciranno a realizzare ciò che più desiderano al mondo?
 Non vi resta che scoprirlo tra le pagine di questo libro.
 "«È tempo di fare qualcosa di nuovo» sussurrò. «Tempo di
essere finalmente me stessa.»     Lady Whistledown"
P.s. Un punto decisamente interessante è come sempre il Lady Whistledown's Society Papers, che riesce a divertire e incuriosire i lettori. Chissà se riuscirete a capire chi si cela ditro le sue righe.

Voto: 


   


Posta un commento