venerdì 4 aprile 2014

Recensione: Irraggiungibile di Abbi Glines

Irraggiungibile
di
Abbi Glines



Trama:
Rush Finlay ha ventiquattro anni, è sexy e arrogante, e nessuno riesce a dirgli di no. Blaire Wynn ha solo diciannove anni, è splendida, innocente e off limits: è figlia del nuovo patrigno di Rush. Quando Blaire, alla morte della madre, lascia la sua fattoria in Alabama e si trasferisce in Florida dal padre che non vede ormai da anni, trova ad attenderla solo Rush, il fratellastro fascinoso e inaffidabile, con cui dovrà trascorrere l'estate. Blaire non è preparata a quel mondo pieno di lusso e tentazioni, e soprattutto a quella potente attrazione, impossibile da contenere, che la trascina verso Rush... Perché la felicità sembra sempre così irraggiungibile?


Recensione:
Una nuova storia nata dalla penna di una delle regine incontrastate del genere New Adult, dopo le vicendente dei fratelli Vincent in italia sbarca la serie Fallen too far.
Una ragazza forte ed indipendente per una volta nella vita non può più contare solo sulle sue forze così viene spinta dagli eventi a chiedere aiuto al padre che ormai non sente da anni.
Blaire è pura, dolce ed irresistibile tutto ciò da cui un ragazzo come Rush scappa soprattutto se quella è la ragazza che più odia al mondo.
La cittadina che accoglie Blaire, tra occhiatine maliziose e smorfie snob, sembra esattamente quello di cui la ragazza ha bisogno compreso un ragazzo troppo bello per essere vero.
Rush figlio di una rockstar e super ricco oltre che sexy con il suo sguardo argenteo non ha bisogno di
chiedere nulla comprese le ragazze ma fin dalla prima votla che incontra lo sguardo di Blaire qualcosa in lui di rompe, un vaso tenuto perfettamente su un piedistallo che si infrange ogni volta che entrambi sono vicini.
I personaggi sono descritti nelle loro azioni, una visuale un po superficiale che lascia scorrere la lettura senza troppi approfondimenti. 

Uno stile leggero e semplice che percorre la storia come in una sorta di film lasciandoci un po all'oscuro su ciò che accade intorno alla protagonista.
Devo ammettere che mi sarei aspettata qualcosa in più da questa autrice, per fortuna a metà del libro riusciamo a cogliere qualche fattezza in più della trama ma è solo verso la fine che esplode la vera e propria storia che ci rende finalmente chiaro gli ambigui comportamenti di Ruch nei confronti della bella Blaire.
Sempre presente il quasi "ossessionante" rapporto fraterno tra Rush e Nan, i misteri che si celano dietro lasciano confusa la protagonista che tenta in ogni modo di affrontare i suoi dubbi e il senso d'inferiorità che provoca il mondo sfavillante e pieno di ricchezza con il quale si trova a confronto.
Intriganti alcuni momenti che i due protagonisti vivono assieme, la gelosia poco utilizzata permette di introdurre un personaggio che sono sicura incontreremo ancora... Woods. Il ragazzo ricco e capo di Blaire che accompagna i suoi flirt con un'innegabile indizio per le domande a cui Bliar cerca
insistentemente risposta.
Gli altri personaggi secondari sono quasi "apparizioni" che insaporiscono e completano un racocnto altrimenti troppo solitario. Dalla prosperosa Bethy intenta ad ottenere il bel ragazzo ricco per sistemarsi  a Jimmy cameriere spiritoso che aiuta Blaire nelle sue mansioni.
Una fugacissima imamgine di Grant, fratellastro di Rush, accompagnata da pochi eventi che ci presentano Nan, la loro sorellastra che nutre un profondo odio verso Blaire.
La sensualità intreccia i suoi legacci nel rapporto intrigante e acceso che coinvolge i due protagnisti.

Il finale arriva come un vero e proprio exploit nel quale tutto il passato e tutte le verità fino a quel
momento tenute nascoste irrompono nella vita di Blaire lasciandola piena di rabbia e delusione.
Il sogno di Blaire si trasforma in un incubo che la spinge a scappare dalla cittadina di Rosemary pur di scappare dalle persone che le hanno strappato il cuore. 
Sola con il suo miglior amico, a cui non può raccontare tutto ciò che le è accaduto, si ritrova nell'unico luogo che tsente realmente come casa, la tomba della madre e della sorella.
I sogni, le speranze e l'ingenuità di Blaire vengono annientati dando inizio al vero e proprio fulcro del racconto che però vedrà luce nel seguito che sarà disponibile a metà aprile.
Tessendo i fili di questo lavoro posso dire che un po di delusione c'è probabilmente ci si aspettava molto di più ma essendo una serie abbastanza lunga credo sia stata una buona idea non affrettare troppo i tempi sulle rivelazioni.
 
Mi è piaciuta molto la scelta dell'epilogo in cui si divide tra i due protagonisti e regala il giusto appiglio per incuriosire il lettore in attesa del secondo volume.
Insomma voglio di più Abbi perchè so che puoi farlo ;)









Posta un commento